Basket: Serie A; Varese-Avellino 82-75

La Openjobmetis Varese torna alla vittoria dopo due sconfitte esterne facendo valere il fattore campo contro la Sidigas Avellino che paga la eccessiva discontinuità e una prima metà di gara da dimenticare (82-75 il punteggio finale, parziali 26-14, 44-33, 62-57). I varesini partono al galoppo, con una efficace difesa che manda in tilt l’attacco irpino (solo 5/13 dal campo nel primo quarto per la squadra di Pino Sacripanti). Poi il divario si dilata, grazie anche alla precisione dall’arco dei padroni di casa, che hanno in Okoye un inarrestabile ariete. Il vantaggio della Openjobmetis raggiunge l’apice sul punteggio di 40-22 al 17′ e all’intervallo lungo è ancora di 11 lunghezze (44-33). Avellino comincia meglio la seconda metà di gara, con Wells e Rich in evidenza, tanto da rientrare presto in partita (51-48 al 25′). Qualche pasticcio in attacco, tuttavia, ritarda in ricongiungimento, che avviene poi nell’ultimo quarto, al 34′, a quota 67. E’ Rich a dare il vantaggio alla Sidigas (67-69) che pare, a questo punto, padrona del campo. Varese tuttavia non si demoralizza e non demorde: trova in Delas, sino a questo momento ininfluente, un efficace collante, protagonista in quattro episodi offensivi e difensivi che ridanno fiato alla formazione di Attilio Caja. Così la Openjobmetis riesce nuovamente ad allungare (77-71 al 37′) e a difendere poi nell’arroventato finale, che si gioca soprattutto in lunetta, un vantaggio mai rassicurante. Nella Openjobmetis svetta Okoye, con 26 punti (9/12 dal campo, 2/2 nei personali, 8 rimbalzi, 2 recuperi e 3 assist per un bel 36 di valutazione), ma Avramovic (13 punti, solo 3/12 al tiro ma 7/8 dalla lunetta quasi tutti nelle battute conclusive) e Vene (12 punti, 5/9 e 4 rimbalzi) offrono un eccellente contributo. Nella Sidigas sono soprattutto Rich (22 punti, 9/18) e Wells (15 punti, 5/9) i protagonisti del rientro dopo il disastroso avvio ma Leunen (9 punti con 4/5 al tiro, 6 rimbalzi e ben 7 assist) merita la palma del giocatore più costante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.