Basket: Venezia, la rimonta del cuore e l’Avellino resta 3/o

Con una grande rimonta, l’Umana Reyer trascina Avellino al supplementare, dove i veneziani si mostrano più freschi e determinati della Sidigas, conquistando i due punti che valgono il quinto posto al termine della stagione regolamentare e il quarto di finale con Cremona. La seconda sconfitta del girone di ritorno, comunque, è ininfluente per la squadra di Sacripanti, alla quale non sarebbe servito vincere per scalzare Reggio Emilia dal secondo posto: da terza, Avellino adesso affronterà Pistoia. La partita, inizialmente, vede il predominio ospite, con un gioco appoggiato prevalentemente in area che permette alla Sidigas di controllare l’inerzia del match, allargando via via il margine fino al 20-34 del 17′. Venezia, dopo un primo tempo in cui fatica moltissimo in attacco, in avvio di ripresa viene trascinata in particolare dal nuovo arrivato Pargo, che si carica sulle spalle l’iniziativa, con i canestri che conducono al pari a quota 38 al 25′. Avellino riprova a prendere il largo nell’ultimo periodo, quando accumula anche otto punti di vantaggio (59-67 al 37′), ma la reazione d’orgoglio finale dell’Umana Reyer, trascinata in particolare da capitan Ress, permette di arrivare sul 71-71 a 30″ dalla fine e poi di rispondere al nuovo vantaggio ospite firmato da Leunen con il sottomano di Pargo a 3″ dalla sirena. Nel supplementare, l’equilibrio dura solo 1’30”: dal 77-77, Avellino non segna più e Venezia ha vita facile ad aggiudicarsi il match.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*