Basket:Reggio Emilia supera Avellino,quattro in doppia cifra

La Grissin Bon fa il suo dovere di vicecampione d’Italia battendo con autorità 87 a 68, al suo esordio al PalaBigi, la Sidigas Avellino al termine di di una partita non bella nella quale, pur vincendo, Reggio mai ha dato l’impressione di poter ammazzare l’avversario. Mai domo ma privo della forza sufficiente per imporsi sulla truppa di Menetti che ha chiuso la gara puntando sul collettivo con ben quattro uomini in doppia cifra. Le ostilità le apre Avellino con una bomba di Blums, ma è la Grissin Bon a piazzare il primo allungo: 12-7, a metà parziale, grazie a un Aradori in grande spolvero. Margine che i padroni di casa mantengono fino alla prima sirena rispondendo alla fisicità irpina con sprazzi di talento sopraffino firmato Della Valle-Silins. In avvio di secondo quarto è la Sidigas a rientrare più concentrata: due conclusioni dalla lunga, condite da un paio di errori biancorossi, permettono alla truppa di Sacripanti di siglare un break di 8-0 e passare a condurre: 23-22. Ci pensa però il solito Aradori, con canestro più fallo subito e un’altra tripla a riportare l’inerzia in mano reggiana: 36-28 al 7′. Kaukenas e compagni toccano poi la doppia cifra di vantaggio (40-30) poco prima della conclusione del periodo. Al ritorno dall’intervallo lungo le due squadre fanno a gara a chi commette più errori e perde più palloni. In questa lunga fase di antibasket Avellino si riavvicina alla Grissin Bon a suon di tiri liberi. Ci pensa allora Della Valle, con due canestri da 3 consecutivi a dare un minimo di scossa ai suoi ma la Menetti-band concede troppo in difesa e permette a Avellino di tornare a -3 (54-51) sul finire del quarto grazie a una bomba di Blums. L’ultima frazione non si discosta molto dalle precedenti: Reggio non riesce a scappare via, Avellino non ha la forza per tornare davvero a contatto. I padroni di casa trovano buone cose da Veremeenko: è lo stesso bielorusso a piazzare una tripla a 3′ dalla fine che manda la Grissin Bon sul +14 e mette il sigillo alla partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*