Il Benevento attende il deposito delle motivazioni della penalizzazione.

La vicenda relativa al punto di penalizzazione inflitto al Benevento potrebbe avere un epilogo a breve scadenza. Il collegio di Garanzia del Coni sarà infatti chiamato a decidere sull’eventuale restituzione del punto di penalizzazione inflitto dal Tribunale Nazionale Federale, in prima istanza, e successivamente confermato dalla Corte Federale di Appello, il 10 dicembre scorso. A distanza di quattro mesi di distanza la Corte Federale non ha ancora depositato le motivazioni della sentenza, senza cui il Benevento non potrà ricorrere all’ultimo grado di giudizio. La società giallorossa tramite l’avvocato Cesare Di Cintio ha sollecitato gli organi preposti ad accelerare i tempi, per non correre il rischio che la parola fine su questa vicenda venga messa solo a poche giornate dalla conclusione del campionato. Dal momento del deposito delle motivazioni il Benevento ha poi 30 giorni per l’impugnazione davanti al Collegio di Garanzia e una volta presentato il ricorso dovrà aspettarne altri dieci per permettere alla controparte il deposito della propria memoria di costituzione. Solo dopo il Coni fisserà l’udienza di discussione. Un punto che alla fine potrebbe risultare anche decisivo per l’esisto finale della stagione. La squadra giallorossa oggi guida la classifica e nelle ultime apparizioni ha dato prova di essere la squadra più in forma in questo momento e di non conoscere ostacoli. Nelle ultime tre gare si è imposta nei tre derby consecutivi contro Casertana, Paganese e Juve Stabia e dopo sabato 2 Aprile con fischio di inizio alle ore 17.30 al Ciro Vigorito, ospiterà l’Ischia Isola Verde mentre domenica 03 Aprile il Lecce ospiterà il Matera, la Casertana andrà a fare visita alla Lupa Castelli Romani, il Foggia giocherà in posticipo con il Catania e il Cosenza andrà a fare visita al Monopoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*