Il Benevento atteso dallo scoglio Cosenza.

Il ventinovesimo turno del girone C di lega Pro è stato positivo per il Benevento che di fatto ha portato a +4 il vantaggio sul Lecce che è stato battuto al via del Mare dal Matera. Un distacco che per il Benevento rappresenta il massimo vantaggio sull’immediata inseguitrice ma che non può certamente far abbassare il livello di guardia in casa giallorossa. Al termine del campionato mancano cinque partite e quindi la strada per la serie B è ancora irta di ostacoli e le inseguitrici avranno l’opportunità di recuperare in caso di passo falso della capolista. Gli ultimi 450 minuti si annunciano quindi ad elevata carica emotiva e Lucioni e compagni dovranno gestire un calendario che gli riserverà tre gare in trasferta su cinque che soprattutto gli metterà di fronte avverarsi a caccia di punti preziosi, Cosenza, Catania e Martina queste le squadre con cui dovrà fare i conti la truppa sannita prima dello scontro diretto al Ciro Vigorito con il Lecce. I salentini invece dovranno vedersela con Akragas, Messina e Paganese, compagini che ormai sono praticamente salve e che potrebbero avere come unica ambizione il raggiungimento dell’ottavo posto utile per partecipare alla Tim Cup della prossima stagione. Il Benevento quindi nonostante il vantaggio di quattro punti e lo scontro diretto con il Lecce da giocare tra le mura amiche, non può assolutamente abbassare la guardia. Mister Auteri e i giocatori sono consapevoli che il difficile deve ancora arrivare, ma anche contro l’Ischia hanno dimostrato di avere le caratteristiche della grande squadra e di avere ancora fame di vittorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*