Benevento. Bando di gara per la gestione del Servizio Territoriale Urgenza 118 bocciato dal Tar.

‘A quanto pare non eravamo dei visionari. Il bando di gara per il 118 aveva delle evidenti falle che noi da tempo avevamo denunciato’. E’amareggiato il segretario della Uil Fpl, Giovanni De Luca, all’indomani della bocciatura da parte del Tar del bando di gara per la gestione del Servizio Territoriale Urgenza 118. ‘Sono amareggiato perché il Tar non ha altro che riconosciuto ciò che la Uil Fpl asseriva da molto tempo. E per via della nostra posizione siamo stati vittima di molteplici attacchi, quando invece con un po’ di attenzione si poteva evitare che tutto questo accadesse’.
In effetti mesi fa, dopo un sit in di protesta sotto l’Asl e poi di seguito in Prefettura, il direttore generale dell’Asl Bn1, Franklin Picker aveva bollato quanto accaduto in questo modo: ‘uno sparuto gruppo di lavoratori del 118, capeggiati da una sigla sindacale, ha messo in scena una scomposta e chiassosa manifestazione con presunte e pretestuose rivendicazioni’. I fatti, invece, hanno evidentemente smentito tutto quel che il direttore generale aveva asserito. ‘In più – continua De Luca – il direttore aveva parlato di gara espletata nel pieno rispetto del codice degli appalti e che i lavoratori erano tutelati. Invece noi, lo ricordiamo, avevamo sollevato dei dubbi sulla regolarità del bando chiedendo in più occasioni un incontro per evitare ciò che adesso si è puntualmente verificato. Altro che richieste pretestuose’. La Uil Fpl in ogni caso è sempre pronta ad ogni tipo di confronto nell’interesse dei lavoratori del 118 e dei cittadini forniti dal servizio che è, ovviamente, di primaria importanza. ‘Richiediamo nuovamente un incontro per capire come e quando sarà risolta la problematica – incalza De Luca – In passato siamo stati privati di questa opportunità perché il direttore Picker diceva che non era il caso di discutere di un qualcosa che che era oggetto di dibattito nelle aule dei tribunali. Ora la sentenza è arrivata. Non ci sono più motivi per non vedersi, augurandoci che non ci sia già in mente l’idea di un bando esplorativo aperto anche alle Onlus. Se si assegna il servizio a una organizzazione di volontariato cosa sarà delle tutele dei lavoratori del 118?’. In conclusione un accenno va fatto agli altri sindacati che sulla vicenda hanno sempre espresso la massima solidarietà al direttore Picker, attaccando a più ripresa la Uil.
‘Vediamo adesso le altre sigle sindacali cosa diranno – spiega De Luca – stavolta come faranno ad affermare ancora una volta che tutto va bene?’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.