Benevento: contrasto alla criminalità diffusa.

Nell’ambito dei controlli straordinari di fine settimana dei Carabinieri del Comando Provinciale per il contrasto alla criminalità diffusa denominata operazione “Alto Impatto”, si comunicano i seguenti risultati:
Compagnia di Benevento
I militari della Compagnia di questo capoluogo hanno deferito in stato di libertà:
N.A. 32enne di Benevento per detenzione ai fini di spaccio di 5 involucri di cellophane del peso totale di 6 grammi di eroina rinvenuti dai Carabinieri nel corso di una perquisizione domiciliare all’interno dell’abitazione del suddetto insieme ad un bilancio di precisione. Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato;
Un cittadino di nazionalità senegalese per detenzione e commercio di prodotti contraffatti sorpreso dai militari in questa via Principe di Napoli mentre vendeva DVD musicali e video illecitamente riprodotti. Sequestrati n. 200 supporti;
D.L.G. beneventano di 27 anni, per inosservanza degli obblighi imposti dalla legge in quanto sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora all’atto dei controlli non veniva trovato nella sua abitazione;

Segnalato all’Autorità amministrativa un rumeno pregiudicato domiciliato a Napoli per vendita ambulante di capi di abbigliamento senza autorizzazione. Lo stesso, contravvenzionato con una sanzione di 2.500 euro, veniva proposto anche per il Foglio di Via Obbligatorio da questo capoluogo;

Due persone alla guida delle rispettive autovetture venivano trovati sprovvisti della prevista copertura assicurativa e, pertanto le stesse autovetture venivano sequestrate. Altra automobilista, invece, veniva trovata alla guida di un’auto senza il titolo di guida, in quanto revocato, anche qui veicolo sequestrato;

A Paduli due pregiudicati della provincia di Caserta sono stati segnalati per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio da quel centro, i due, infatti si aggiravano senza giustificato motivo per le vie di quel centro nei pressi di alcune abitazioni rurali.

Nell’ambito di competenza della Compagnia di Cerreto Sannita

D.S.A. 62enne e L.L. 39enne entrambi di Telese Terme sono stati denunciati per furto aggravato continuato e violazione di sigilli in quanto si erano allacciati abusivamente alla rete del gas per uso domestico;

Mentre a Solopaca un 33enne di Ceppaloni a seguito di identificazione veniva deferito dai militari di quella Stazione alla stessa A.G. per truffa, in quanto con artifizi e raggiri aveva ottenuto la ricarica di 300 euro alla PostePay da un esercizio commerciale

I militari della Compagnia di Montesarchio, hanno invece deferito in stato di liberta all’Autorità Giudiziaria:
V.E. 34enne di Benevento, per essersi rifiutato di sottoporsi all’accertamento alcolemico e quello relativo all’assunzione di stupefacenti, dopo un sinistro stradale avvenuto nel centro caudino, la patente gli veniva ritirata e l’automezzo Fiat Doblò veniva sottoposto a sequestro amministrativo, cosi come l’altra autovettura Alfa Romeo Mito in quanto trovata sprovvista di contrassegno assicurativo;

Una studentessa diciasettenne di Montesarchio per furto di 200 euro ai danni di una coltivatrice diretta dello stesso centro;

Due cittadini nigeriani 20enni ed un 36 pakistano tutti ospiti del centro S.P.A.R. di Vitulano perché ritenuti responsabili di violenza privata ai danni di due collaboratrici presso lo stesso centro di accoglienza;

F.F.E.R. un 44enne di quel centro per tentato furto di macchine edili all’interno di un deposito di Vitulano;

S.G. un operaio forestale di Vitulano per truffa ai danni dello Stato, lo stesso infatti, assente dal lavoro per malattia stava effettuando altri lavori privati;

R.P. un 34enne originario di Pescara perché ritenuto responsabile di una Truffa on-line ai danni di una studentessa 22enne di Vitulano che pagava tramite Postepay, 320 euro per un cellulare mai ricevuto;

C.A. 34enne di Vitulano perché ritenuto responsabile di atti persecutori e danneggiamento di un’auto ai danni di una cittadina di origine polacca;

Un 52enne di Montesarchio perché ritenuto responsabile di interruzione di pubblico servizio in quanto aveva impedito l’ingresso presso il locale adibito ad associazione della Pro Loco di Arpaia;

S.A., un casertano 42enne per appropriazione indebita, non versando 1300 euro quale corrispettivo ricavato dalla vendita di prodotti per parrucchieri al titolare della ditta stessa;

L.F. 33 enne di Sant’Agata de’ Goti, sottoposto all’obbligo di dimora, perché ritenuto responsabile di inosservanza di un provvedimento del giudice, in quanto non veniva trovato in casa negli orari prescritti. In tale contesto lo stesso inveiva contro i militari preposti al controllo e pertanto, veniva denunciato anche per violenza e minaccia a P.U.;

Una giovane 19enne di origini rumene perché ritenuta responsabile di estorsione ai danni di un pensionato 67enne di Cautano, la stessa, infatti, si faceva consegnare una somma in denaro minacciando di divulgare un rapporto sessuale avuto dallo stesso uomo con lei;

mentre 3 pregiudicati di Piedimonte Matese (CE) venivano segnalate per il Foglio di Via Obbligatorio in quanto a bordo di un’Alfa Romeo Mito si aggiravano con fare sospetto nei pressi di una casa isolata di Sant’Agata de’ Goti senza giustificare adeguatamente la loro presenza in loco;

Infine, nel territorio della Compagnia di San Bartolomeo in Galdo, due persone originarie della provincia di Siracusa a bordo di una Fiat Punto sono state sorprese dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile aggirarsi per il centro di San Marco dei Cavoti (BN) senza giustificato motivo nei pressi di obiettivi sensibili di quel centro e pertanto sono state segnalate per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio da quel centro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*