Benevento. Controlli dei carabinieri a largo raggio

I servizi di controllo del territorio, nell’ambito dell’operazione “alto impatto”, per contrastare l’illegalità diffusa, svolti in questo fine settimana dal personale del Comando Provinciale Carabinieri di Benevento, ha visto all’opera tutti i reparti dipendenti. L’attività è finalizzata a dare maggiore sicurezza e fiducia nelle Istituzioni da parte dei cittadini della provincia. Tali controlli straordinari, svolti per massimizzare l’attività preventiva e,nel caso, repressiva, hanno interessato sia le vie cittadine che le aree rurali dei comuni della provincia ed hanno permesso di conseguire i seguenti risultati:
La Stazione di San Giorgio del Sannio ha deferito in stato di libertà un senegalese di 44anni, domiciliato a Benevento, poiché è stato sorpreso in quel centro, mentre poneva in vendita n. 150 paia di scarpe di vari marchi nazionali ed esteri palesemente contraffatte, che venivano sequestrate. I Carabinieri della Stazione di Pesco Sannita hanno rinvenuto e sequestrato una discarica abusiva con 2 mc di rifiuti speciali non pericolosi di materiale plastico e ferroso, mentre sono in corso gli accertamenti finalizzati all’individuazione degli autori dello sversamento.
Gli stessi reparti della Compagnia di questo capoluogo hanno segnalato ai competenti uffici amministrativi:
– tre giovani quali assuntori di sostanze stupefacenti poiché sono stati trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti del tipo hashish e marijuana. sostanze stupefacenti sequestrate;
– un 56enne di Benevento che in contrada Roseto trasportava un fucile nella sua autovettura con una cartuccia inserita;
– due automobilisti che alla guida delle loro rispettive auto sono stati trovati sprovvisti di copertura assicurativa.
Nell’area particolarmente sensibile della Valle Caudina che ricade sotto la Compagnia di Montesarchio:
in Apollosa (BN) militari della Stazione di San Leucio del Sannio (BN) deferivano in stato di libertà un 41enne di comune limitrofo in quanto sorpreso alla guida della propria autovettura sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e alcoliche. Il documento di guida veniva ritirato;
in Dugenta (BN) militari della locale Stazione deferivano in stato di libertà un 43enne del posto per violenza privata e minacce poiché aveva impedito al gestore di un esercizio pubblico di chiudere regolarmente il locale ponendosi fisicamente a ridosso dell’apertura e proferendo frasi minacciose;
in Paolisi (BN) venivano segnalati dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntori di sostanza stupefacenti due soggetti, rispettivamente di anni 53 e 47 sorpresi, a seguito di perquisizione personale, in possesso di modica quantità di sostanza stupefacente del tipo eroina che successivamente veniva sottoposta a sequestro amministrativo;
in Airola (BN) militari della locale Stazione segnalavano all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntore di sostanza stupefacenti un 19enne trovato in possesso di tre stecche di sostanza stupefacente del tipo hashish. La sostanza stupefacente veniva sottoposta a sequestro amministrativo.
in Ceppaloni (BN) militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia intercettavano tre pregiudicati per reati contro il patrimonio, uno originario della provincia di Avellino e due di Benevento, rispettivamente di anni 52, 34 e 27, che si aggiravano a piedi nei pressi di esercizi commerciali del centro cittadino. Senza riuscire a giustificare la loro presenza in zona, venivano allontanati e segnalati per l’emissione di foglio di via obbligatorio.
Per quanto riguarda il territorio della Valle Telesina, sotto la competenza della Compagnia di Cerreto Sannita:
i militari della Stazione di Amorosi hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria un 48enne di Telese Terme per guida sotto l’influenza di alcool poiché alla guida di una Citroen Saxo è stato trovato con un tasso alcolemico superiore al consentito. L’auto è stata posta sotto sequestro e la patente di guida è stata ritirata;
a Pontelandolfo e San Salvatore Telesino i militari hanno segnalato per il F.V.O. 3 pregiudicati, uno di Napoli e altri due di Pannarano (BN), che sono stati notati aggirarsi per quei centri senza giustificare la loro presenza in loco.
Nella Valfortore i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Bartolomeo in Galdo hanno segnalato tre rumeni pregiudicati, domiciliati in provincia di Trapani per il foglio di via obbligatorio dal centro di San Marco dei Cavoti, i quali a bordo di un’Audi S6 si aggiravano con fare sospetto nei pressi di alcune abitazione isolate nell’intuibile intento di cercare qualche obiettivo da depredare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*