Benevento e provincia: controlli della Polizia

La Polizia di Stato continua i controlli straordinari in città e in varie zone della provincia sannita, nell’ambito dell’operazione “Provincia Sicura”. Il questore Bellassai ha disposto una ulteriore mirata intensificazione operativa nei comuni di Ponte, Casalduni, San Bartolomeo in Galdo e Molinara, attraverso l’impiego di personale delle varie articolazioni della Questura, coadiuvato da equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Campania” e supportato dall’attività info-investigativa della Squadra Mobile e della Digos. Le pattuglie hanno operato controlli dinamici sia nei centri urbani, nei luoghi ritenuti più sensibili e a rischio, sia lungo le arterie stradali di accesso, con numeri rilevanti di persone e di auto ispezionate, in particolare con il sistema di rilevamento automatico delle targhe “Mercurio”. L’obiettivo principale è quello di prevenire e arginare il fenomeno dei reati predatori e in particolare i furti in casa che, in queste zone, per la presenza di abitazioni di campagna isolate, possono costituire una seria minaccia per la tranquillità e la sicurezza dei cittadini. A Benevento, invece, ancora una operazione antiprostituzione al Rione Ferrovia: salgono a sette le donne comunitarie – sei rumene e una bulgara – allontanate dal territorio nazionale con decreto del prefetto. Nella giornata di giovedì un’altra giovane di origini rom è stata sottoposta al procedimento di allontanamento da parte dell’Ufficio Immigrazione: la ragazza è stata sorpresa dalla Squadra Mobile mentre si aggirava per le strade del quartiere senza avere i requisiti per soggiornare in Italia. In via Delcogliano, al Rione Pacevecchia, sono scattati invece i controlli per contrastare l’attività dei parcheggiatori abusivi. Un giovane del capoluogo, infine, è stato segnalato alla Prefettura perché trovato in possesso di alcuni grammi di hashish.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.