Benevento. Festa di San Michele, patrono della Polizia di Stato

Nella giornata di domani 29 settembre, in occasione della ricorrenza della festività di San Michele Arcangelo, Patrono della Polizia di Stato, avrà luogo alle ore 10, presso la sala convegni della Questura di Benevento, una solenne celebrazione eucaristica officiata dall’Arcivescovo Metropolita di Benevento, Mons. Felice Accrocca.
La cerimonia vedrà la partecipazione delle massime autorità civili, militari e religiose della provincia di Benevento.
La celebrazione sarà l’occasione privilegiata per inaugurare la riqualificata sala conferenze fortemente voluta dal Questore di Benevento, dott. Giuseppe Bellassai.
“Un accogliente luogo di incontro e confronto con i cittadini, le Istituzioni, il mondo dell’informazione” lo ha definito il Questore Bellassai.

Ieri sera, in apertura delle celebrazioni in onore del patrono della Polizia di Stato, l’Auditorium San Vittorino di Benevento ha fatto da cornice al racconto di tre esperienze profonde e diverse tra loro nell’ambito della rappresentazione “Terra: racconti mediterranei” che il Questore Bellassai ha voluto condividere con i cittadini sanniti per veicolare l’alto significato di quei valori e di quell’impegno che gli appartenenti alla Polizia di Stato profondono nella propria attività.
Le voci forti e coraggiose di Blessing, Simmaco, Loredana e Tina si sono intrecciate con le coreografie curate dalla ‘Compagnia di Balletto’ di Carmen Castiello e dalla ‘Tersicore Ballet School’ di Simona Visone con la guida della voce narrante di Linda Ocone.
“Ascoltando queste storie ho pensato che stasera abbiamo fatto davvero una cosa difficile, perché veicolare un messaggio del genere è complesso” ha detto il Questore Bellassai che ha aggiunto: “legalità è una bella parola, ma alle parole dobbiamo far seguire i fatti, le azioni. Dobbiamo avere l’ambizione di lasciarci guidare dagli esempi. La vera legalità è partecipazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.