Benevento, in manette Michelangelo Sessa e Alfredo Norice.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Benevento, a conclusione di un’attività finalizzata a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto due beneventani, Michelangelo Sessa 35 enne e Afredo Norice 33enne, quest’ultimo noto ai carabinieri per analoghi trascorsi penali. I militari, ritenendo vi potesse essere un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, in contrada Capodimonte di questo centro, predisponevano alcuni mirati servizi di osservazione durante i quali notavano una Fiat Panda sospetta con a bordo i due occupanti, che non si fermavano all’alt intimato dalle pattuglie impiegate, dandosi alla fuga per le vie di questo centro. Contemporaneamente, il personale impegnato nell’inseguimento del veicolo che ne scaturiva, notava che uno dei due occupanti gettava alcuni involucri fuori dall’abitacolo. Gli equipaggi riuscivano dopo alcune centinaia di metri a bloccare i fuggitivi nei pressi di via Dei Dauni e, quindi, li sottoponevano a perquisizione personale e veicolare provvedendo comunque a raccogliere la sostanza che i due avevano buttato via precedentemente fuori dal finestrino. Durante l’ispezione i militari rinvenivano due buste, una contenente 20 grammi di sostanza, verosimilmente cocaina e altra contenente 10 grammi di crack che veniva sequestrata unitamente alla Fiat Panda utilizzata dagli stessi.
I prevenuti, dopo le formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, venivano entrambi condotti presso le rispettive abitazioni e sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti ed anche per resistenza a Pubblico Ufficiale per non essersi fermati all’alt imposto dai carabinieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*