Il Benevento presente all’appuntamento con la storia.

Il Benevento questa volta non ha fallito l’appuntamento con la storia. Dopo 87 anni finalmente la società giallorossa approda in quella serie cadetta che in passato gli è stata negata anche ingiustamente. Il successo odierno è senza dubbio frutto della gestione Vigorito, e sabato il patron Oreste e l’indimenticato Ciro, hanno finalmente assaporato il sapore del successo dopo aver ingoiato troppi bocconi amari. Come dimenticare la finalissima play off con il Crotone, del 21 giugno 2009. Basta un pareggio in un Santa Colomba gremito da 20.000 spettatori, invece arriva una sconfitta amarissima firmata Calil. Da quel momento i play off per la B diventano una sorta maledizione per il Benevento. Quella serie sembra sfuggire sempre fino a sabato scorso quando battendo il Lecce per tre a zero, finalmente la città e la provincia hanno potuto gridare quel successo tanto atteso. Eppure questa stagione non era cominciata nel migliore dei modi, e in pochi avrebbero scommesso sul, successo finale. Sabato lo stadio era gremito all’inverosimile, ma di tutti quei tifosi quanti avevano davvero dato credito ad Auteri e i ragazzi? Eppure il gruppo sapientemente guidato da Gaetano Auteri ha continuato a lavorare con tranquillità nonostante le pesanti critcihe arrivate dopo la sconfitta in Coppa Italia Tim ad opera del Tuttocuoio. Il principale artefice del successo è senza dubbio Auteri un allenatore che a Benevento ha dimostrato di essere un grande tecnico ma anche un grande uomo. “Non avevo mai lavorato con una struttura del genere, organizzazione incredibile. In estate ci hanno mancato di rispetto, gli altri parlavano e noi abbiamo vinto sul campo. Era un progetto nuovo, giocatori da formare ma anche quando nel girone d’andata non abbiamo fatto tanti punti ero sereno. Rispetto all’andata abbiamo fatto 13 punti in più, grande lavoro di tutta la rosa. Percorso fatto di tappe importanti dove spesso abbiamo vinto meritando e questo ci ha dato grande consapevolezza”. Nel giorno della serie B Benevento ha dato dimostrazione di essere una grande società di calcio, e di poter davvero giocare un ruolo da protagonista anche in serie B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*