Benito Di Maggio è il nuovo portiere del Paolisi.

Preso il portiere, si riempie una delle ultime caselle ancora vuote nell’organico del Paolisi. A difendere i pali giallorossi sarà Benito Di Maggio, classe 2000, portiere di belle speranze prelevato dal Benevento. Mister Sgambati conferma quindi che per puntare sul 4-3-3 parte dalla scelta dell’under nel ruolo di portiere. Peraltro il neo tecnico del Paolisi conosce molto bene il ragazzo che proprio sotto la sua guida ha cominciato a muovere i primi passi da giocatore prima di approdare al Benevento. Il tentativo di mantenere in organico D’Inverno, classe 99, al quale poi si è rinunciato per consentire al ragazzo, approdato da pochi giorni al Cervinara, di mettersi in mostra in un campionato più importante, come quello di Eccellenza, non ha mutato l’orientamento iniziale di scegliere un under per la difesa dei pali. Ora manca l’ultimo tassello, forse il più importante, quel centrocampista che il Paolisi sta cercando con attenzione, la pedina che potrebbe fare il definitivo salto di qualità alla squadra. Il duo Dario Montella. Clemente Perrotta ha una serie di trattative aperte, ma evidentemente si aspetta il si del calciatore che più fa a caso del Paolisi. Entro pochi giorni, almeno da quello che trapela tra i caudini, dovrebbe arrivare la fumata bianca. L’intenzione è quella di iniziare la preparazione con tutti gli effettivi a disposizione. Mister Francesco Sgambati appena tornato da un breve periodo di vacanza, non vede l’ora di iniziare. Per il giovane ex tecnico del Baiano questa esperienza in terra caudina sarà anche un importante banco di prova per concretizzare le qualità che tutti gli riconoscono. Diciamo quindi che su questo le strade di Paolisi e Sgambati si sono incontrate, entrambi hanno voglia di diventare grandi. La cosa non sarà facile, occorre verificare alla prova dei fatti del campo la rifondazione quasi totale che il Paolisi ha deciso di effettuato. Le cose sono state fatte bene, avere in organico giocatori come Ruggiero, Colucci e Simone, aver confermato la bandiera Nicolino Crisci è il segnale che il presidente Mauro vuole un campionato di vertice. Quasi completato anche l’organico degli under, oltre a Di maggio sono arrivati anche Antonio Colucci, esterno di centrocampo, dalla scuola calcio Baiano, Giuseppe Caccavalle, terzino sinistro classe 2000, dal settore giovanile della Salernitana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*