Bimba uccisa: legale famiglia, è stato un delitto perfetto

“E’ stato un delitto perfetto”. Così l’avvocato Fabrizio Gallo, legale dei genitori di Maria, la bambina rumena di dieci anni violentata e uccisa un mese fa nella piscina di un resort di San Salvatore Telesino, definisce oggi la morte della ragazzina. Secondo quanto si apprende, infatti, sugli abitini che Maria indossava la sera in cui è stata uccisa, gli esami effettuati dai carabinieri del Ris di Roma hanno rilevato tracce di materiale organico maschile ma in una forma “degradata”. Domani mattina, sempre presso la sede del Ris di Roma, alla presenza dei legali delle parti, si terrà un ulteriore accertamento tecnico non ripetibile. Al vaglio degli inquirenti, coordinati dal procuratore della Repubblica di Benevento Giovanni Conzo, intanto sono finiti anche due oggetti sequestrati nel corso delle indagini nell’auto di Daniel (il ragazzo ventunenne rumeno, indagato per omicidio insieme alla sorella) che sono stati consegnati ai carabinieri del Ris.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*