Bimba uccisa: si attendono esami del Ris

Ancora qualche giorno – il tempo che i carabinieri del Ris di Roma consegnino in procura a Benevento gli esiti degli ultimi esami effettuati su alcuni indumenti della piccola – ed il caso di Maria, la bimba di nove anni violentata ed uccisa lo scorso 19 giugno nella piscina di un resort a San Salvatore Telesino, potrebbe giungere ad una svolta. Negli ultimi giorni il procuratore della Repubblica di Benevento, Giovanni Conzo, ed il suo sostituto, Maria Scamarcio, hanno riascoltato alcuni testi, compresi i genitori della vittima che ieri sono stati in procura a Benevento per quasi dieci ore. Ai due genitori, in assenza del loro legale Fabrizio Gallo, è stato chiesto nuovamente conto sul giro di amicizie della piccola Maria, compresa la conoscenza con Daniel, il rumeno di 21 anni, che, insieme alla sorella Cristina, 29 anni, restano gli unici indagati nell’omicidio della piccola. Gli investigatori hanno ascoltato anche qualche dipendente del pub adiacente al resort dove venne rinvenuta cadavere Maria nella notte tra il 19 ed il 20 giugno scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*