Bisogna riportare la fede al centro della vita dei sacerdoti affinchè operino con generosità per le parrocchie.

La vicenda del prete arrestato ieri a Benevento perchè condannato in via definitiva per pedofilia, è un ulteriore campanello d’allarme, e deve portare l’Arcivescovo Accrocca ad assumere decisioni importanti e anche impopolari per riportare i fedeli in Chiesa. Fino ad oggi il successore di mons.Mugione, non ha portato quei cambiamenti che tutti si attendevano. Non volendo fare di tutt’erba un fascio, appare evidente che in molte parrocchie della diocesi di Benevento, ci siano molte “situazioni” che di fatto stanno portando sempre piu’ le Chiese a svuotarsi. Non solo. Si assiste anche ad una lotta tra gli stessi preti che anzichè essere ministri di Dio e predicare pace e fratellanza, seminano odio. Ecco perchè mons.Felice Accrocca non puo’ piu’ rimandare quei cambiamenti che sono necessari. In tutti questi mesi, il Presule si sarà reso conto delle tante problematiche avute in eredità e nelle sue visite nelle parrocchie ha potuto vedere “de visu” lo scollamento che esiste tra preti e fedeli, quindi deve adempiere al suo ruolo di Pastore e assumere anche decisioni sofferte, ma necessarie per ridare credibilità alla Chiesa beneventana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.