Blitz anti usura;tra arrestati padre ex consigliera

Tra le sei persone arrestate dalle fiamme gialle nell’ambito di un’operazione anti usura nel Casertano denominata “Dynasty”, figura anche Roberto Trombetta, 52 anni, insegnante e padre di una ex consigliera comunale di Marcianise, la quale non risulta indagata ma che si è vista sequestrare beni che le sono stati donati dal padre e che secondo gli inquirenti sarebbero stati acquistati con i soldi provento dei vari reati, tra cui l’usura. Trombetta è fratello di Luigi, capoclan detenuto dei Belforte, che non si è mai pentito. In cella sono finiti il 43enne Eremigio Musone, figlio del boss di Capodrise Vittorio, la 45enne Maddalena Delli Paoli, moglie dell’altro esponente di spicco, in carcere ma mai pentito, Francesco Zarrillo, e il figlio della coppia Simmaco, 24 anni. Sono stati disposti i domiciliari per gli indagati Roberto Piccolella, cognato di Musone e dipendente dell’azienda Ecocar che svolge la raccolta dei rifiuti a Caserta, e per l’imprenditore di arredamenti Francesco Tammaro. Al centro dell’indagine le storiche attività illecite del clan, come l’usura, di cui sono rimasti vittime per decenni a Marcianise decine di imprenditori del posto, costretti sotto minaccia a rientrare dei prestiti ricevuti pagando interessi fino al 120%. Qualcuno è fallito, ma nessuno inizialmente ha denunciato gli strozzini; le ammissioni sono arrivate solo quando i finanzieri di Marcianise guidati dal capitato Davide Giangiorgi avevano raccolto importanti elementi di prova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*