Bonea aderisce alle “Città del vino”

Bonea entra nel circuito delle “Città del vino”. Il significativo passaggio, che qualifica l’aspetto della visibilità cittadina, sarà ufficializzato nel contesto del prossimo Consiglio comunale che, come da recente convocazione, si svilupperà nella giornata di venerdi 30 novembre, presso l’ex chiesa di San Sebastiano, con inizio dei lavori stabilito alle ore 18 (all’ordine del giorno anche una variazione al Bilancio di previsione). Il sodalizio delle “Città del vino”, si ricorda, nacque a Siena, il 21 marzo 1987, per iniziativa di 39 sindaci. Da allora un crescendo in termini di organizzazione e di pianificazione. Non poteva mancare nello specifico circuito la cittadina boneana la quale, come noto, eccelle per la qualità dei prodotti del settore enologico “Dopo trent’anni di poca se non scarsa attenzione rispetto alla particolare tematica – così il sindaco Giampietro Roviezzo – abbiamo voluto aderire al percorso delle “Città del vino”. Riteniamo, come “Liberamente per Bonea”, che questo sia un passaggio cruciale nell’ottica di dare risalto a quella che è la principale peculiarità della nostra terra. E’ un discorso rispetto al quale siamo stati e siamo molto attenti: lo prova anche il fatto che, all’atto del nostro insediamento, abbiamo promosso l’iniziativa di “Falanghina al borgo” che, nel 2019, giungerà alla sua terza edizione”. Un segno di rinnovamento e di cambio di rotta quello che, anche su questo versante, viene dall’esperienza targata “Liberamente per Bonea”: il futuro dell’entroterra campano non può che passare da una rivalutazione e da una maggiore attenzione per il territorio e per le sue ricchezze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.