Bper, 1088 eccedenze varato accordo con i sindacati

bperBanca Popolare dell’Emilia Romagna, ha siglato un accordo con le organizzazioni sindacali sulla riorganizzazione, ristrutturazione e riqualificazione prevista dal piano al 2017.
A fronte di 1.088 eccedenze, e con il ricorso a piani di pensionamento e pre-pensionamento, e con l’ottimizzazione del turnover, sono previste 781 uscite di risorse interne e 200 assunzioni, con un calo di organico complessivo dunque di 581 unità. Per 507 dipendenti, poi, è prevista una importante ricollocazione professionale. Bper sottolinea come il piano di riduzione dell’organico genererà  un costo una tantum di 62 milioni di euro per il 2015, ma garantirà a regime nel 2017 un risparmio di 56 milioni.
L’accordo con i sindacati prevede un ampio ricorso a pensionamenti incentivati a partire dal primo gennaio 2017 e l’accesso al fondo di solidarietà del settore, sempre a partire dal gennaio 2017, per coloro che matureranno i requisiti pensionistici fra 2018 e 2020.
Intanto, come scrive oggi Il Sole 24 Ore, si potrebbe realizzare, a breve, una fusione tra la Banca Popolare di Milano e Bper. “Il dialogo è avviato da tempo e l’operazione avrebbe un senso industriale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*