Bucciano. Da domani in servizio tre lavoratori per attività di pubblica utilità.

Domani, venerdì 16 febbraio, prenderanno servizio presso il comune di Bucciano tre lavoratori nell’ambito del progetto Apu. L’acronimo sta per attività di pubblica utilità. Si tratta di un progetto regionale che è rivolto verso quei lavoratori, espulsi dai processi produttivi, a cui è scaduta la cassa integrazione e la mobilità. A loro, per sei mesi, viene assicurata una fonte di reddito, pari a 580 euro al mese, in cambio di venti ore settimanale di lavoro a favore dei comuni. “ Bucciano, ci ha detto il sindaco Domenico Matera, ha aderito a questo progetto, in quanto di grande interesse sotto ogni punto di vista. I comuni, continua il primo cittadino che è anche segretario comunale, quindi, molto addentro alla materia, devono fare i conti con una carenza di personale che sta diventando cronica. Per sei mesi, quindi, queste persone ci potranno dare una grande mano. E poi, conclude Matera, noi cerchiamo di essere sempre in prima linea per i problemi del lavoro, la grande piaga della nostra terra”. I lavoratori che domani prenderanno servizio sono due di Bucciano ed uno di San Felice a Cancello. A carico del comune non ci sarà alcuna spesa, tutto sarà erogato dalla regione Campania. Il sindaco ci ha anche detto che verranno messi subito all’opera per la sistemazione dell’archivio. Da sottolineare che questa misura è a favore solo di questa tipologia di persona e non per i disoccupati in genere. Matera infine ci ha comunicato che la sua amministrazione ha già aderito ad un nuovo progetto che prevede l’utilizzo di ben undici lavoratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.