Bucciano. Domenico Matera si ricandida a sindaco

Ha sciolto la riserva Domenico Matera, sindaco di Bucciano, decidendo di ripresentarsi al giudizio degli elettori, per il terzo mandato consecutivo. Bucciano, infatti, è un comune al di sotto dei tremila abitanti, ne conta 2100, e la legge consente ai primi cittadini di poter portare a termine tre mandati consecutivi, mentre per tutti gli altri centri, al di sopra dei tremila abitanti, il limite resta fissato a due. Matera sarà a capo della lista Il Sole che sorge per Bucciano, la stessa con la quale è iniziata la sua avventura politica nel 2008. Ed è stata proprio la sua compagine a chiedere al segretario comunale di Bonea e Cervinara di continuare un percorso che ha preso il via dieci anni fa e che ha portato indubbi benefici al piccolo centro. Non a caso, ci ha spiegato Matera, cinque consiglieri uscenti si ricandideranno, ma, allo stesso tempo, si sta riscuotendo l’interesse di tanti giovani che si stanno avvicinando e saranno in lista. Insomma, ci sarà una sorta di rinnovamento, nel solco dell’esperienza maturata. Del resto, Domenico Matera chiede ai cittadini di giudicare solo tra chi ha dato impegno e sacrificio alla politica e alla comunità e tra chi, invece, ha avuto tanto dalla politica e dal paese. Il Sole che sorge per Bucciano sarò una lista civica, anche se Matera è un dirigente di spicco di Forza Italia nel Sannio. Il sindaco uscente presenterà ai cittadini un bilancio di questi dieci anni, in cui il paese si è arricchito di servizi. Non solo, proporrà idee nuove e soprattutto si potrà, finalmente, realizzare il piano urbanistico comunale, visto che nell’ottobre scorso, la sua giunta ha ottenuto dall’autorità di bacino, una sensibile diminuzione del rischio idrogeologico. Le elezioni comunali devono essere ancora fissate, ma si dovrebbe votare tra l’ultima domenica di maggio e la prima di giugno, Domenico Matera è già pronto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.