Cadavere carbonizzato trovato in un’auto sul Taburno. Potrebbe essere 26 enne scomparso a Montesarchio?

Indagini da parte dei carabinieri della Compagnia di Montesarchio sono in corso per cercare di dare una identità al cadavere carbonizzato rinvenuto questa mattina in una Fiat Punto in località Cepino tra Tocco Caudio e Campoli del Monte Taburno in un’area picnic. Tra le ipotesi quella che il corpo sia di Valentino Improta, il 26enne di Montesarchio di cui non si hanno più notizie da mercoledì sera, quando si è allontanato a bordo di un’auto simile per modello. Il 26 enne era stato raggiunto da un avviso di garanzia per la rapina compiuta il 10 aprile scorso a Montesarchio ai danni di due anziani, fratello e sorella, uno dei quali, Giovanni Parente di 83 anni era morto poi lo scorso 25 aprile in ospedale dove era stato ricoverato perchè colpito alla testa durante la rapina. E’ l’ipotesi maggiormente accreditata dagli inquirenti, impegnati a ricostruire un episodio che riporta ad un macabro rituale camorristico. Valentino Improta, aveva ricevuto un avviso di garanzia che il sostituto procuratore Assunta Tillo aveva firmato – come atto dovuto in un’indagine per concorso in rapina ed omicidio- per consentirgli di nominare un consulente di fiducia in vista dell’autopsia fissata per oggi pomeriggio. Ora per prima cosa bisognerà dare una identità certa a quel corpo carbonizzato per poter poi cercare d fare piena luce su un espiodio agghiacciante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.