Calcio Eccellenza Campania: presentati i calendari, partenza in salita per il Cervinara.

Presentazione in grande stile dei calendari dei due gironi regionali del campionato di Eccellenza. La consuetudine avviata dal commissario del comitato regionale Cosimo Sibilia è stata confermata anche per la prossima stagione, dall’attuale presidente Salvatore Gagliano, con l’intento di catturare l’attenzione sul maggiore campionato dilettantistico regionale. Scelto un palcoscenico particolare, quello della Nave MSC SEAVIEW ormeggiata nel Porto di Napoli. Presenti tutti i massimi rappresentanti del Comitato Regionale della Figc, moltissimi presidenti delle 32 squadre di Eccellenza ed il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia. Il Cervinara inizia in casa il suo campionato, subito il derby con il San Tommaso, la squadra avellinese neopromossa dopo un anno di purgatorio in Promozione e affidata al nuovo allenatore Ciccio Messina. Partenza non facile per i caudini che subito alla seconda giornata faranno visita all’Agropoli, una delle favorite del torneo, e alla quarta altra trasferta complicata contro il Santa Maria Cilento di mister Pirozzi che ha fatto le cose in grande come campagna acquisti. L’inizio complicato continua con la seconda trasferta consecutiva sul campo della Palmese, altra formazione che parte con propositi bellicosi. All’ottava giornata il derby al “Canada” con il Solofra, un settimana dopo l’altro derby con la Virus Avellino dell’ex capitano biancoazzurro Simone Cioffi, guidata dall’ex mister Alessandro Cagnale Alla tredicesima l’ultimo dei tanti derby irpini, quello con l’Eclanese di Alessio Martino, il Cervinara lo gioca in casa. La squadra di Iuliano deve stare molto attenta per questa partenza subito contro squadre abbastanza attrezzate se vuole tenere botta ai proposti di un campionato di vertice. Si annuncia un campionato molto combattuto, oltre ad Agropoli, Cervinara, Santa Maria Cilento e Palmese, anche la Virtus Avellino è pronta a recitare un ruolo di primo piano, mentre la Battipagliese dopo due anni difficili tenta di riproposi ai massimi livelli dopo aver condotto una buona campagna acquisti, ultimo arrivato l’ex Cervinara Saginario. Poi ci sono le mine vaganti, attenti al Castel San Giorgio e al Valdiano, ma anche al Faiano dell’intramontabile mister Carmine Turco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.