Calcioscommesse: in aula domani Paoloni, ex portiere di Cremonese e Benevento.

Degli oltre 100 imputati dell’udienza preliminare che si apre domani a Cremona per il calcioscommesse tra coloro che hanno manifestato l’intenzione di essere presente c’è anche l’ex portiere della Cremonese e del Benevento Marco Paoloni, colui dal quale prese via l’inchiesta che ha scosso dalle fondamenta il calcio italiano. Fu infatti dal presunto avvelenamento con benzodiazepine versato nelle borracce dei giocatori della Cremonese durante l’intervallo di Cremonese-Paganese di Prima divisione del 14 novembre del 2010 e attribuito allo stesso Paoloni che nacque l’inchiesta. Fu su denuncia della squadra grigiorossa (un suo giocatore, Carlo Gervasoni, che fu tra i pentiti dell’inchiesta, ebbe anche un incidente d’auto per un colpo di sonno causato dall’ ansiolitico) che nacquero le indagini della Squadra Mobile e della procura di Cremona che sfociarono nella prima tornata di arresti del giugno del 2011. Paoloni, dopo l’arresto, ammise, in sostanza di essere “malato” di scommesse ed è poi diventato commentatore sportivo su tv locali. L’ex calciatore ha però sempre negato il suo coinvolgimento nell’intossicazione dei compagni di squadra, anche se gli investigatori, durante una perquisizione, trovarono la ricetta con cui era stato acquistato Lormetazepam, il farmaco la cui presenza fu riscontrata nelle urine dei calciatori della Cremonese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.