Campania, approvato il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria.

“Con l’approvazione del Defr la Regione Campania mette in campo misure importanti in materia di politiche attive del lavoro con un piano di rilancio che prevede migliaia di assunzioni nella pubblica amministrazione, fondamentali per settori quali Sanità ed Enti locali dove c’è enorme carenza di organico. Con la pensione quota 100 rischiamo la paralisi degli uffici amministrativi, la Regione darà una risposta occupazionale in termini di fabbisogno degli organici”. Così il presidente della commissione Bilancio in Consiglio Regionale Francesco Picarone, firmatario della risoluzione di Maggioranza sul Defr Campania che espone le misure fondamentali del documento. “Tra i punti anche il rilancio dell’edilizia sociale e residenziale con la riorganizzazione dell’Iacp, senza dimenticare le misure per le Zes, con l’implementazione di programmi di agevolazione delle imprese e nuove assunzioni. Nel documento anche provvedimenti sull’ambiente con difesa delle acque e la tutela dei parchi regionali e della risorsa mare, incentivando la raccolta dei rifiuti sversati in acqua” spiega Picarone. Altro tema il federalismo differenziato. Su questo punto il presidente rivolge un appello al Governo centrale: “C’è il serio rischio di una notevole sottrazione di risorse al Mezzogiorno e alla Campania. Le regioni del nord chiedono la restituzione dei residui fiscali, se non si sta attenti si rischia di destinare meno risorse al Sud, riducendo le regioni meridionali a fanalino di coda dello sviluppo economico nazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.