Campania:Borrelli,denunciare chi abbandona anziani in estate

“Chiediamo agli ospedali campani e in particolare napoletani di non accettare persone anziane “parcheggiate” nei reparti dai familiari per andare in vacanza senza problemi”, denuncia il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli membro della commissione Sanità. ”Secondo l’ Osservatorio della terza età – evidenzia – in questo periodo di ferragosto già centinaia di anziani sono stati portati negli ospedali per ricoveri molto discutibili. Sempre secondo l’Osservatorio in questi giorni il boom dei ricoveri estivi nei nosocomi, causato anche dell’aumento delle temperature registra, in molti casi, l’esaurimento dei posti letto disponibili, costringendo i sanitari alla degenza in barella e addirittura nelle corsie, in tal modo si aggravano i metodi di soccorso e crescono ulteriormente i costi della spesa sanitaria. Purtroppo non ci sono nella nostra regione strutture intermedie pubbliche o convenzionate in grado di garantire l’assistenza ai clochard”. “Gli anziani fragili ormai aumentano sempre più e i familiari che ‘adottano’ lo stratagemma del nonno che ha un malore e necessita delle indispensabili cure ospedaliere sono tanti. Un atteggiamento a nostro avviso inaccettabile e illegale – spiega sempre Borrelli – che scarica sugli ospedali ruoli di assistenza che invece competono alle famiglie che dovrebbero provvedere economicamente a queste persone e non scaricarle indebitamente sul sistema sanitario. Per questo chiediamo agli ospedali campani e in particolare quelli napoletani di Pronto Soccorso di non accettare ricoveri impropri e di segnalare alle autorità chi si comporta in modo anomalo per procedere a regolare denuncia nei confronti di chi approfitta del sistema sanitario per farsi una vacanza. Al contempo crediamo sia giusto ragionare da parte della Sanità pubblica a sistemi di assistenza straordinaria estiva agli anziani per evitare vicende di abbandono”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*