Carmine Montella il sindaco più longevo della valle caudina.

E’ ancora presto per capire ciò che succederà, ma una cosa è sicura l’era Montella a Paolisi sta per terminare. Il sindaco Carmine Montella sta portando a termine l’ultima parte del suo terzo mandato. Il primo cittadino è stato eletto per la prima volta nel 2004, riconfermato nel 2009 e poi eletto la terza volta nel 2014. Proprio mentre stava per potare a termine il suo secondo mandato, dopo il quale non si sarebbe potuto più candidare a sindaco, almeno per un turno, il parlamento approvò un variazione che consentiva ai comuni con meno di tremila abitanti di poter avere un primo cittadino per tre mandati consecutivi. Una riforma necessaria che veniva incontro allo spopolamento dei piccoli comuni. Così, il medico si ripropose e vinse anche per la terza volta, diventando il sindaco più longevo della Valle Caudina, dopo la riforma per l’elezione diretta dei primi cittadini. Anche Franco Cioffi, a Cervinara, è stato sindaco per 14 anni ma non ininterrottamente. Il predecessore di Montella, Umberto Principe, ad esempio, è stato sindaco per due mandati consecutivi ed anche prima della riforma aveva guidato il suo paese ma venendo eletto in consiglio comunale. Stessa cosa anche per l’ex sindaco di Rotondi, Raffaele Lanni che ha guidato il suo comune per 14 anni, ma solo per due mandati con l’elezione diretta. Montella è stato il primo ad usufruire di questa riforma, Qualche mese anche a Bucciano è avvenuta la stessa cosa con la rielezione per la terza volta di Domenico Matera. Si può dire, quindi, senza pericolo di essere smentiti che nel prossimo mese di giugno si chiude un’era per il piccolo centro caudino. E, a quanto sembra, sono già iniziate le grandi manovre per conquistare il comune. Tante persone, tra cui l’opposizione storica a Montella, si stanno organizzando per partecipare alla prossima tornata elettorale. E, a quanto pare, non è escluso che in questa partita ci possano essere anche candidati del movimento cinque stelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.