Carro funebre senza assicurazione, sequestrato dai Carabinieri di San Martino V.C.

L’assicurazione è obbligatoria sempre, anche per l’ultimo viaggio, quello senza ritorno. E’ obbligatoria per tutti, anche per i carri funebri e senza di essa, scatta, inesorabile, il sequestro. A San Martino Valle Caudina, da circa due anni, è stato installato un sistema di videosorveglianza di ultimissima generazione. L’amministrazione comunale ha ottenuto dal ministero degli interni un finanziamento per mappare l’intero territorio con delle telecamere all’avanguardia. Il sistema, infatti, oltre a controllare il territorio, anche di notte, è dotato di un sofisticatissimo marchingegno che permette di avvisare le forze dell’ordine in tempo reale, al passaggio di un veicolo non in regola. Ad esempio, scatta l’allarme se passa nel territorio comunale e viene ripreso dalle telecamere, un’auto rubata o un veicolo con il quale è stato commesso un reato. Non solo, stessa cosa avviene anche al passaggio di un mezzo non in regola, come ad esempio, un veicolo che non ha pagato, regolarmente, l’assicurazione. Oramai, a San Martino Valle Caudina, polizia municipale e carabinieri sono abituati, ad intervenire, immediatamente, quando scatta questo tipo di segnalazione, Il sistema, infatti, è in dotazione alla polizia municipale, ma viene usato da tutte le forze dell’ordine, soprattutto dai carabinieri che hanno un comando stazione a San Martino Valle Caudina, Per i carabinieri, quindi, è diventata una vera e propria routine, ma succede sempre qualcosa che nessuno può mettere in conto. Questa volta, infatti, sono stati gli stessi operatori a restare allibiti, quando è scattato l’allarme per il passaggio di un veicolo sospetto, Nel caso specifico mancava l’assicurazione, Immediatamente, è scattato l’intervento dei carabinieri che, quando hanno raggiunto il mezzo, si sono resi conto che non si trattava di un veicolo come un altro, Questa volta, infatti, si trovavano di fronte ad un carro funebre, Fortunatamente, il veicolo era senza passeggero, ossia, senza feretro, altrimenti, sarebbe stato davvero molto complicato procedere. Il carro funebre, infatti, è stato, come prescrive le legge, posto sotto sequestro. E’ inutile dire che la scena non è passata inosservata nel piccolo centro caudino. Superato lo sbigottimento, in tanti hanno deciso di cercare di trasformare in numeri da giocare al lotto, il davvero curioso episodio. Magari, lo stesso potrebbe fare anche il proprietario del carro funebre, per rimediare alle spese che ora dovrà sostenere. –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.