Caso Cervinara: Interrogazione Parlamentare dell’on.Giancarlo Giordano. Il Ministero deve procedere a quanto disposto dal Tar.

La recente sentenza del“T.A.R. Campania – Sezione staccata di Salerno” , in merito alle consultazioni elettorali comunali del 2015 svoltesi a Cervinara, in provincia di Avellino, dispone “la rinnovazione delle operazioni elettorali relativamente alle sezioni n. 7 e 12” e conferma quello che le forze politiche di opposizione avevano sostenuto anche attraverso il proprio ricorso amministrativo circa il poco trasparente svolgimento della fase conclusiva delle operazioni di voto .
Senza entrare nel merito del provvedimento auspichiamo che il Ministero dell’Interno proceda all’immediata esecuzione di quanto disposto dal TAR e valuti in tempi ragionevolmente brevi la legittimità ad operare da parte del Sindaco, della Giunta e del Consiglio comunale in carica del comune di Cervinara.
Non siamo di fronte, come si vorrebbe far credere attraverso una risibile spiegazione, a un caso di distrazione o di mera negligenza, ma a quello che in fase istruttoria è stato appurato dallo stesso Tribunale di Avellino e che il TAR Campania ha tradotto in termini di provvedimenti conseguenti.
E’ stata seriamente messa in discussione la credibilità e la trasparenza delle operazioni elettorali che hanno di fatto snaturato la stessa composizione del Consiglio comunale e leso i diritti di tutti i candidati, eletti e non, del civico consesso nonché il rispetto degli elettori e delle elettrici dell’importante centro della Valle Caudina. .
Come già abbiamo fatto con l’immediata interrogazione parlamentare rivolta al Ministro dell’Interno, nell’esclusivo interesse della comunità continueremo a seguire con la dovuta attenzione questa delicata vicenda dagli esiti ancora incerti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*