Cervinara: al Parco Zanussi sequestrato deposito materiali ferrosi.

Territorio sempre più a rischio. Smaltire i rifiuti pericolosi ha un costo e, quindi, c’è chi pensa bene di scaricare questo tipo di materiale di risulta dove più gli aggrada, fregandosene delle leggi, dei regolamenti e della salute pubblica. Il territorio della Valle Caudina, lungo le strade di campagne e per i sentieri che salgono sulle splendide montagne del Taburno e del Partenio sono strapieni di questo tipo di discarica. Spesso, purtroppo, ci si trova di fronte anche all’amianto. Ma questi scarichi abusivi non avvengono solo in queste strade secondarie. A volte, i rifiuti vengono abbandonati anche dove c’è un alta densità abitativa. E’ il caso scoperto dai carabinieri della stazione di Cervinara,in via Scaccani a Cervinara. Rifiuti di naturale ferrosa si trovano all’interno del parco Zanussi. I carabinieri sono intervenuti hanno posto sotto sequestro il materiale ed hanno deferito in stato di libertà il responsabile. In questo caso, a differenza dell’abbandono dei rifiuti normali, per i quali è prevista solo un’ammenda, scatta una denuncia penale. Non solo, il responsabile deve provvedere anche alla rimozione di quello che ha abbandonato. Per avere un territorio pulito, per evitare che continuino questi scarichi abusivi è necessario la videosorveglianza. L’esempio arriva da San Martino Valle Caudina dove, grazie alle telecamere, questi abbandoni sono stati, quasi completamente, azzerati. Non solo, il sistema di videosorveglianza è utile anche per contrastare tutti i reati. Viene da chiedere quando questo concetto sarà capito anche a Cervinara e negli altri comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.