Cervinara. Anziana truffata dai 800 euro, non aveva denunciato il fatto per vergogna.

Si è vergognata talmente che non ha voluto nemmeno sporgere denuncia. Ha trovato il coraggio di dirlo all’unico figlio che vive a Cervinara, tutti gli altri vivono lontano, solo ieri, quando erano passati più di dieci giorni dalla truffa. O meglio è stato proprio il figlio ad incalzarla per farsi dire cosa stesse succedendo, visto che la mamma era da giorni in un profondo stato depressivo. Purtroppo gli anziani continuano ad essere sotto tiro. Dopo quella consumata a San Martino Valle Caudina, qualche giorno fa, una truffa era stata già messo a segno in precedenza a Cervinara. Anche in questo caso, ad essere presa di mira, una donna anziana, vedova da qualche anno, che vive da sola ed è fiera di farlo. La famiglia dell’unico figlio che vive a Cervinara, si prende cura di lei, ma, l’anziana non ha mai voluto lasciare la sua abitazione che si trova in via San Cosma. Proprio lì, dieci giorni fa, si è presentata una persona distinta, ben vestita che asseriva essere un caro amico di un altro figlio che vive fuori paese. Mentre la donna parlava con il presunto amico del figlio, squilla il telefono di casa e dall’altro capo, una seconda persona si è presentata proprio come il figlio. L’anziana, per qualche minuto, è stata incalzata sia dalla persona che si trovava in casa sua, sia da quella voce al telefono. Sino a quando ha ceduto ed ha consegnato una somma di poco superiore agli ottocento euro. La donna percepisce una pensione di 763 euro mensili, più 150 per la reversibilità del marito morto. In tutto poco più di novecento euro. A differenza delle altre volte, però, aveva deciso di ritirare tutto in un volta e non farlo in piccole somme. Lo aveva fatto, perchè invitata a matrimoni e comunioni di parenti, voleva ben figurare, facendo il giusto regalo. Proprio ieri, insieme alla famiglia del figlio, doveva andare ad una cerimonia per festeggiare una prima comunione. Ma, già da giorni, aveva detto al figlio che non voleva andare. L’uomo era preoccupato perché sa quanto la mamma tiene a queste feste di famiglia ed il fatto che non volesse partecipare gli faceva temere per le sue condizioni di salute. Così, si è recato a casa della mamma per capire cose stesse succedendo, pronto ad accompagnarla anche in ospedale, se ce ne fosse stato bisogno. La mamma, a sua volta, capendo la preoccupazione del figlio, ha deciso di dirgli tutto, mettendo da parte il suo orgoglio. A questo punto, però, la storia ha avuto un lieto fine. Il figlio l’ha costretta a mettersi in ghingheri e a seguirlo alla festa. Al regalo ci ha pensato lui. Purtroppo, però, questa situazione dimostra ancora una volta quanto siano odiose queste truffe. Oltre ai soldi che si portano via, queste persone minano la salute psichica delle loro vittime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.