Cervinara, attività amministrativa ingessata in attesa del pronunciamento del Tar previsto per il 23 settembre.

iuliano vincenzoManca meno di una settimana al 23 settembre, quando il Tar di Salerno si esprimerà sulla vicenda delle elezioni amministrative a Cervinara. Nel centro caudino si è tornati al voto lo scorso 31 di maggio. Il sindaco uscente, Filuccio Tangredi ha stravinto le elezioni, ma qualche giorno dopo, alcuni componenti della lista sconfitta, Cervinara Bene Comune hanno presentato una denuncia alla procura della repubblica di Avellino ed un ricorso al Tar. In entrambi i casi si paventano brogli elettorali, con schede trovare fuori dalle sezioni. Accuse gravissime, che sono al vaglio della procura che ha già effettuato alcune perquisizioni domiciliari e interrogato alcune persone. In attesa degli sviluppi della indagine penale, mercoledì 23 di settembre, il tribunale amministrativo regionale, sarà chiamato a pronunciarsi se annullare o meno l’elezioni. E’ inutile dire che il verdetto è molto atteso, tanto è vero che l’attività amministrativa sembra come sospesa. Si attende di capire quello che dirà il Tar. Allo stesso tempo, oltre alla lista Cervinara Bene Comune, fanno il tifo per lo scioglimento, diversi politici che non si sono presentati alle elezioni di maggio. E’ una situazione che durerà ancora pochi giorni, Se il tribunale dovesse accogliere il ricorso, il consiglio comunale sarebbe sciolto ed a Cervinara, arriverebbe un commissario che guiderà l’ente sino alle elezioni di maggio. Ma se il ricorso non dovesse essere accolto e se l’indagine della procura dovesse essere archiviata, il sindaco ha già dichiarato che chiamerà in causa chi di dovere per il pagamento di danni, anche quelli di immagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*