Cervinara (Av). Lunedi’, vertice al comune sulla Tari

La stangata della Tari tiene banco a Cervinara. I commercianti, in primo luogo, ma anche altre categorie e semplici cittadini, non si attendevano di dover pagare tanto per la quarta rata della tassa su i rifiuti solidi urbani. Per alcuni, si tratta di un vero e proprio salasso. Come ha spiegato, più volte ai nostri microfoni, il sindaco Tangredi, non c’è alcuna responsabilità da parte dell’amministrazione. Gli aumenti sono arrivati per diversi fattori, tra cui gli studi di settore per diverse categorie. Anche se, salta agli occhi a tutti, che avere un negozio di fiori a Roma, è molto diverso da averlo in un comune della Valle Caudina. La giunta, quindi, può fare una cosa sola, chiedere una rateizzazione nel pagamento, magari in tre rate, alla Soget che è la società di riscossione per le imposte. Di questo si parlerà in un vertice che si terrà al comune lunedì mattina. Non è detto, però, che la Soget accolga la richiesta della giunta Tangredi, Come già detto, stiamo parlando della quarta rata della Tari, la società, quindi, ha già concesso la rateizzazione in quattro tranche. Dal canto suo, il comune non puà motu proprio stabilire di dilazionare il pagamento, in quanto andrebbe incontro a seri problemi con la corte dei conti. C’è solo da sperare che la Soget, accetti la richiesta della giunta. C’è da dire, che la tra le voci che paghiamo per questa imposta, c’è anche il costo dell’affidamento del servizio riscossione a questa società. Sembra essere arrivato il momento che il comune agisca in proprio per gravare meno sulle tasche dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*