Cervinara: cento osservazioni presentate alla bozza del Puc.

Sono cento le osservazioni presentate, da privati cittadini, per quanto riguarda la redazione del piano urbanistico comunale. I termini per la presentazione sono oramai scaduti ed ora si dovrà procedere alle verifiche. Le osservazioni saranno esaminate dalla Mate, la società che si è aggiudicata la realizzazione del Puc e dall’ingegnere Fausto Pepe, responsabile del provvedimento. Quelle che saranno giudicate idonee e conformi alla legge saranno presentate in giunta. Quelle che a sua volta, la giunta Tangredi giudicherà idonee, saranno presentate e tutti gli enti sovracomuali che hanno dato il parere positivo alla bocca del Puc. A loro volta, i tecnici di questi enti, hanno sessanta giorni di tempo. per esprimere un proprio parere. Allo scadere di questi ulteriori sessanta giorni, il Puc arriverà in consiglio comunale per essere varato definitivamente. A conti fatti, ciò potrebbe avvenire tra i mesi di settembre ed ottobre. Ancora qualche mese, quindi, e Cervinara, finalmente, si doterà di un moderno strumento urbanistico, che arriva dopo circa 45 anni, dall’ultimo piano di fabbricazione. E’ una vera e propria svolta per il centro caudino. Il piano servirà innanzitutto a sistemare diverse questioni, come ad esempio, le tante attività sorte in via Variante. Certo si potrà costruire poco, ma si potrà intervenire per quanto riguarda le ristrutturazioni e le riqualificazioni dei borghi. L’adozione del Puc avverrà prima della scadenza del secondo mandato del sindaco Filuccio Tangredi. Tra i punti principali del suo programma, quando si candidò sindaco per la prima volta nel 2010, c’erano il ridimensionamento della zona rossa ed il varo del Puc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.