Cervinara. Chi frequenta di notte il deposito della stazione ferroviaria? I residenti allertano i carabinieri.

Dentro non c’è nulla da rubare ma può essere un posto molto pericoloso. Può essere usato per portare merce rubata o peggio per compiere reati di natura sessuale. Stiamo parlando del deposito che si trova all’interno della stazione ferroviaria di Cervinara. Nella notte, gli abitanti del posto, hanno notato qualcosa di sospetto. C’era un uomo che entrava ed usciva dal quel deposito che era aperto. Hanno avvisato le forze dell’ordine e subito sul posto si è recata una pattuglia dei carabinieri. Nel frattempo, l’uomo era sparito ma i carabinieri hanno chiesto all’Eav, innanzitutto di verificare se era stato portato via qualcosa e poi di chiudere quel locale durante le ore notturne. Non bisogna dimenticare, infatti, che sempre i residenti, hanno più volte segnalato che la stazione spesso diventa luogo dove alcune donne si prostituiscono, attirando persone anziane. Avere un locale a loro disposizione può agevolare questa pratica che diventa orrenda se, come pare, viene praticata anche da ragazzine rom. Una pratica orrenda per chi la chiede e per chi, in questo caso i genitori, la permette. Ma, il deposito aperto può essere usato per ogni tipo di scopo illecito, quindi, deve essere chiuso. Al di là del deposito, bisogna sottolineare che, tra le altre cose, manca, completamente, un piano per il controllo degli scali ferroviari. Nelle stazioni può succedere di tutto e si è alle mercé di chiunque abbia pessime intenzioni. Anche questa dovrebbe essere una priorità da parte dell’Eav che, però, si continua a disinteressare, completamente, di ciò che avviene lungo la linea ferroviaria Benevento- Napoli, via Valle Caudina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.