Cervinara. Controlli in via Roma esposto sottoscritto da 23 persone. Controlli anche a Ferrari

Un esposto sottoscritto da 23 persone ma la lista presto aumenterà. E, non sono solo i residenti di via Roma a Cervinara, in quanto il virus dell’inquinamento acustico sembra si sia diffuso in più zone del paese. Questa volta, però, le regole dovranno essere rispettate da tutti, a cominciare, proprio dai locali di via Roma. Sabato sera c’è stata una prima ondata di multe. Anche ieri sera ne sono scattate altre e la guardia resterà alta. Anche perché dopo le ammende scattano i giorni di chiusura. Del resto, come si legge nell’esposto, ci sono persone che hanno i nervi a pezzi perché, per circa tre anni, hanno dovuto fare i conti con la musica a palla sino a notte inoltrata. Non solo in estate ma anche durante l’inverno La regolamentazione è molto semplice. Innanzitutto la musica si può fare solo all’interno dei locali non all’esterno. All’interno deve essere rispettato il decreto del presidente del consiglio che sino alle 22,00, di ogni sera stabilisce che i decibel non possono superare quota 65. E’ così anche a Cervinara, con una deroga che stabilisce che per i venerdì ed i sabati si possa arriva sino all’una di notte. Attenzione, però, sempre all’interno dei locali non fuori. Per fare musica all’esterno bisognerebbe cambiare proprio la caratteristica dei locali che non potrebbero stare in un centro abitato. Bisogna sottolineare un fatto molto importante: però, l’esposto presentato da questo nutrito gruppo di cittadini non riguarda affatto le manifestazioni musicali che si svolgono ad esempio, durante feste estive. Si tratta, esclusivamente, di regolamentare degli abusi che si sono fatti nel corso di almeno tre anni ed hanno spinto altri esercenti a seguire le stesse orme. Per intenderci, i concerti o gli spettacoli che si svolgeranno nella centralissima villa comunale non centrano nulla con queste lamentele. Si tratta di situazione, totalmente, diverse che non si intende affatto mettere in difficoltà. Insomma, quello che si cerca è di contrastare la movida molesta e sopratutto si cerca di salvaguardare il diritto a poter riposare nelle ore notturne. Un diritto che deve valere per tutti anche per coloro che vivono in via Roma a Cervinara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.