Cervinara. Daspo per tre anni ai due dipendenti della Misericordia per l’aggressione all’allenatore del Sorrento.

Allo scopo di infrenare il fenomeno di atti di violenza in occasione di manifestazioni sportive, personale della Divisione di Polizia Anticrimine della Questura di Avellino ha adottato il provvedimento del divieto di accesso a tutti gli impianti sportivi ubicati sul territorio nazionale ove si svolgono gare calcistiche, nei confronti di un tifoso 40enne, originario di Eboli ed ivi residente, per la durata di anni 3. Al predetto tifoso, già destinatario di analogo provvedimento emanato nel 2011, è stata altresì applicata per il medesimo arco temporale la prescrizione di presentarsi presso la stazione dei Carabinieri di Eboli sia durante che poco prima il termine degli incontri di calcio che disputerà la compagine calcistica dell’Ebolitana nel campionato di eccellenza e che proprio nella Provincia di Avellino vede coinvolte le squadre del San Tommaso e del Cervinara calcio. Proprio in ordine a quest’ultima compagine sportiva, è stato adottato analogo provvedimento a carico di due supporter del Cervinara calcio, un 40enne ed un 39enne, entrambi di Benevento ma residenti a Cervinara i quali non potranno accedere, per un periodo tre anni, a nessun impianto sportivo sull’intero territorio nazionale ove avranno luogo manifestazioni sportive di ogni ordine e grado. I predetti, dipendenti della Misericordia, al termine dell’incontro di calcio Audax Cervinara – Sorrento, disputatosi nel decorso mese di marzo, dopo aver inveito, uno aggrediva e l’altro tentava di aggredire l’allenatore del Sorrento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.