Cervinara. “Festival di Maggio”

La musica è nell’aria a Cervinara. Sta per prendere vita uno degli eventi culturali più attesi di tutta la Campania, il “Festival di Maggio”, un festival unico per diverse ragioni: non solo per il numero degli appuntamenti: 10 eventi in 2 settimane, non solo per la caratura artistica dei moltissimi ospiti venuti da tutta Italia e dall’estero, ma soprattutto perché è l’unico festival che nasce da un progetto scolastico, di una scuola di periferia della Campania per giunta, L’istituto Omnicomprensivo “Francesco De Sanctis” di Cervinara, diretto da Serafina Ippolito. Non ci sarà solo la scuola, in campo innanzitutto anche l’Amministrazione Comunale di Cervinara, tramite il Sindaco Filuccio Tangredi, offrirà un prezioso supporto all’evento. Si tratta di un vero e proprio festival dedicato alla musica che, però, assicura anche un forte coinvolgimento sociale e di grande impatto inclusivo. Le note, il virtuosismo dei solisti,  la fantasia delle  orchestre, la malia delle sinfonie vogliono rivolgersi al grande pubblico, non restare chiuse nelle accademie e nei teatri. Il direttore artistico del Festival di Maggio è il Maestro Giuliano De Angelis, un virtuoso del violoncello , noto in tutto il mondo, fiore all’occhiello della De Sanctis, dove insegna il suo amato strumento,  ha allestito un programma da fare invidia a piazze con più grandi tradizioni musicali. Si comincia mercoledì 16 maggio, alle ore 17,30, al Palazzo Marchesale di Ferrari, dove lo stesso De Angelis si esibirà con  una delle più bravi pianiste del mondo, l’albanese Merita Rexha Tershana. Una partenza con il botto, con due grandi artisti ed un location straordinaria. Sabato 19 maggio, alle ore 19,00, nella chiesa di San Nicola Vescovo di Ioffredo è la volta dell’Orchestra del Festival di Maggio, composta da 40 elementi, e diretta da una delle migliori giovani bacchette italiane, il Maestro Carmelo Bongiovanni di Reggio Calabria. In programma aree celesti ed overture del repertorio operistico italiano con il soprano Annalisa D’Agosto ed il tenore Orazio Taglialatela. Il giorno successivo, domenica 20 maggio, ore 18:00, si passa ad un’altra splendida location il chiostro di palazzo Bove, con l’Harmonia Wind Quartet, composto dalle prime parti dell’Orchestra Sinfonica di Salerno Claudio Abbado: Francesco Cirillo al flauto, Federico Franco all’oboe, Gaetano Varriale al fagotto, Giorgio Cardiello al corno e Fabrizio Fornataro al clarinetto. Il giorno successivo, lunedì 21, alle ore 18:00, presso la Sala Consiliare del comune, è la volta del Quartetto Devienne, composto dalle prime parti dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese. Si esibiranno Massimo Martusciello al fagotto, Antonio Scolletta al violino, Giuliano De Angelis al violoncello e Luigi Gagliano alla viola. Martedì 22 maggio, nell’auditorium Antonio Zullo una grande iniziativa di sensibilizzazione alla musica colta: una lezione concerto, tenuta dall’Orchestra del Festival di Maggio diretta dal professore Federico Marro, aperta a tutti gli studenti di Cervinara (circa 1000 studenti) durante la quale saranno spiegati nel dettaglio, agli alunni intervenuti, le caratteristiche di tutti gli strumenti presenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.