Cervinara. Furto alla scuola media

I distributori di bibite e merendine continuano a fare gola ai ladri. Intendiamoci, non stiamo parlando di malviventi, particolarmente, golosi, quello che cercano sono gli incassi di queste macchinette. E così, a cadenza, quasi mensile,gli edifici scolastici di Cervinara dove ci sono i distributori per rifocillare gli studenti devono fare i conti con questi veri e propri raid. Nella notte, è stata presa di mira la scuola media di via Renazzo. I ladri hanno forzato una finestra per entrare nell’edificio e poi si sono dedicati a forzare le casse delle macchinette. Una volta portato a termine il loro compito, hanno effettuato un giro negli uffici per capire se c’era qualche altra cosa da rubare. Bisogna dire che, fortunatamente, la maggior parte delle aule e degli uffici di questo edificio è protetta da pesanti porte di ferro, in quanto in passato, sono stati effettuati furti di una certa consistenza. Qualche anno fa, ad esempio, furono portati via diversi computer che erano stati acquistati grazie ad un finanziamento europeo. Insomma, a volte questi raid possano costare davvero caro, e sopratutto si va a danno degli studenti. Non è stato così in questa occasione. Come già detto, si sono accontentati dell’incasso delle macchinette che di certo non può superare le poche centinaia di euro. Poi sono spariti e, questa mattina, i bidelli, all’apertura della scuola hanno constatato l’amara sorpresa. Sul furto sono in corso indagini da parte degli agenti del commissariato di Cervinara, diretto dal vice questore Flavio Tranquillo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*