Cervinara. I cittadini si autotassano e puliscono il fiume dell’alluvione del 1999

Gli abitanti della frazione Castello, a Cervinara, si autotassano per ripulire il torrente. Stanchi di aspettare un intervento e visto che oramai il letto del torrente Castello era diventato una sorta di giungla, gli abitanti del posto, dopo aver chiesto ed ottenuto l’autorizzazione da parte del Genio Civile, hanno finanziato un intervento. Senza fare clamori o polemiche, i lavori sono partiti questa mattina e dovrebbero concludersi a breve. Forse, potrebbe essere un esempio da seguire, anche in altre situazioni quando tutti chiedono l’intervento della pubblica amministrazione. Potrebbe ma non nel settore della ripulitura del letto dei fiumi. Stiamo parlando di una materia molto delicata che dovrebbe essere, seriamente, pianificata dagli enti, a partire, proprio del genio civile. Spesso, infatti, i detriti che si trovano in fiumi e torrenti, quando comincia a piovere molto, determinano una sorta di effetto diga, facendo straripare le acque. E’ una delle principali cause di allagamento. Purtroppo, però, non si fa più la normale manutenzione e si verificano episodi molto gravi e pericolosi. A Castello conoscono molto bene la materia, ricordiamo, infatti, che si tratta della frazione che ha subito più danni dall’alluvione del 1999. Da qui, questa sorta di intervento civico, che deve essere, sicuramente, elogiato. Ma, come già detto, non può bastare la buone volontà da parte dei cittadini, si deve chiedere e pretendere una pianificazione seria e razionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*