Cervinara: il comune tratta l’acquisto di Palazzo Buonanni

Un palazzo storico di grande pregio e di un fascino straordinario e senza tempo. Un fiore all’occhiello di Cervinara, rimasto chiuso, però, da troppi anni e che, l’estate scorsa, tante persone hanno potuto scoprire ed ammirare nel corso di Cervinarte 2016, la rassegna di arte contemporanea organizzata dalla Pro Loco. Un palazzo che potrebbe diventare la straordinaria sede per diverse iniziative di carattere culturale. L’amministrazione comunale di Cervinara, guidata da Filuccio Tangredi,ha avviato le trattative per acquisire al patrimonio dell’ente palazzo Buonanni che si trova in via San Marciano. Si tratta di una residenza gentilizia di proprietà dell’omonima famiglia di nobili origini che faceva parte anche della corte dei Borbone di Napoli. Al momento, come spesso avviene in questi casi, la struttura è divisa tra quattro proprietari ma è disabitata dalla scomparsa dell’abate Mario Buonanni. I proprietari hanno mostrato l’intenzione di poterlo vendere, a patto che possa diventare qualcosa di utile per l’intera comunità e possa essere esaltata la sua particolare bellezza. Il sindaco Filuccio Tangredi, in accordo con la giunta e la sua maggioranza consiliare, ha colto subito la palla al balzo ed ha avviato la trattativa che, a quanto ci è dato sapere, non dovrebbe essere particolarmente lunga. Una volta effettuato l’acquisto, si cercherà subito un finanziamento europeo per ristrutturare il palazzo e per farlo diventare una sorta di sede culturale di Cervinara,. Per troppi anni, in passato, si è lasciati andare alla deriva queste case gentilizie che rappresentano storia e memoria del centro caudino. L’interessamento del comune rappresenta una buona notizia, perchè gli investimenti in cultura sono davvero scarsissimi e, per una volta, Cervinara, va contro corrente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.