Cervinara. Il consigliere Pellegrino Casale chiede il rinvio della discussione di alcuni punti all’o.d.g. del consiglio comunale di domani.

Domani, martedì 20 di Novembre, Pellegrino Casale, consigliere comunale di minoranza a Cervinara, non potrà prendere parte ai lavori dell’assemblea, in quanto è fuori paese per motivi di lavoro. Il consiglio è stato convocato in seduta straordinaria con ben 12 punti all’ordine del giorno. Casale, ex presidente del consiglio, chiede che alcuni punti siano rinviati ad una prossima seduta, per due motivi. Innanzitutto in quanto si tratta di temi di grande importanza e, a causa delle convocazione straordinaria dell’assemblea, ai consiglieri è stato dato un solo giorno per poter leggere le carte ed approfondire gli argomenti. Oltre alle questioni, relative al bilancio, Casale focalizza l’attenzione sull’approvazione dei nuovi lotti per le cappelle gentilizie al cimitero. Ancora, sempre all’ordine del giorno, c’è il regolamento comunale per quanto riguarda l’ ispettore ambientale, ossia, una figura chiamata a vigilare sullo sversamento dei rifiuti, in modo volontario. . Su questo tema, Casale nello scorso consiglio comunale, aveva chiesto di essere messo a conoscenza dei lavori della commissione, ma le sue richieste sono state inevase. Infine, il consigliere di minoranza, chiede che venga rinviata anche la discussione sulle varie problematiche dell’Alto Calore Servizi. Casale, ex presidente del consiglio ricorda all’attuale presidente Todino che il ruolo che ricopre è della massima importanza e deve essere espletato facendosi carico di tutti i bisogni di tutti i componenti dell’assemblea , ma così non è. Intanto, sempre Casale sta attendendo dall’assessore ai tributi, Paola Pallotta, dalla responsabile del servizio ragioneria, Giuseppina Albarelli e dal segretario comunale Domenico Matera, in qualità di responsabile della trasparenza, una risposta ad una lettera protocollata circa dieci giorni fa. Casale affronta la questione della Soget, ossia la concessionaria dei tributi che ha operato per il comune di Cervinara, sino al 2017. La Soget, anche in queste settimane, sta effettuando pignoramenti verso coloro che non hanno adempiuto a pagare la tassa dei rifiuti. Per cifre inferiori ai mille euro, si pignora il terzo dello stipendio o si attua il fermo amministrativo dell’auto, impedendo di fatto a diverse persone di poter andare a lavorare. Casale chiede di sapere quanto la Soget ha incassato, effettuando il servizio di riscossione tributi per il comune, e se ha versato quanto dovuto secondo il contratto, non dimenticando i soldi incassati con il condono. Il consigliere attenderà ancora qualche giorno e se le sue richieste non dovessero essere evase si rivolgerà al prefetto di Avellino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.