Cervinara. Lettera Aperta di Pellegrino Casale, Presidente del Consiglio Comunale.

Cari amici e amiche, come è noto, a tutti il sottoscritto è stato oggetto di provvedimento di revoca della delega sindacale all’Unione Dei Comuni della Città Caudina con motivazione : “ si prende atto della rinuncia formalizzata verbalmente in gruppo “. E’doveroso fare alcune precisazione:non contesto la Revoca in quanto le deleghe sindacali sono fatte, anche per essere revocate, ma vorrei chiarire che fino al 25/02/2016, avevo due incarichi, di Presidente del C/Comunale di Cervinara, eletto dal consiglio stesso e la Delega Sindacale a rappresentare Cervinara all’Unione dei Comuni della Citta’ Caudina. Alcuni giorni orsono, per motivi non ancora ben chiari, accusandomi di avere un cumulo di cariche, mi avete obbligato a dover scegliere se restare Presidente del C/Comunale di Cervinara oppure continuare a rappresentare con delega sindacale il comune di Cervinara, presso l’Unione dei Comuni della Citta’ Caudina. Alla luce di questo “prendere o lasciare “ ho comunicato che non intendevo dimettermi da Presidente del C/Comunale di Cervinara. Quindi egregio Sindaco, io non ho rinunciato all’Unione dei Comuni, ma mi hai costretto, utilizzando il gruppo per prendere una decisione molto sofferta. E’ chiaro che, essendo obbligato a dover fare una scelta, ho preferito restare fedele al mandato elettorale in quanto la mia carica da consigliere comunale mi è stata data dagli elettori e la carica da Presidente del Consiglio non è delega Sindacale. E’ noto a tutti che ho rappresentato la Citta’ di Cervinara, con delega sindacale , fin dall’anno 2010 delega rinnovata dopo le amministrative del 2015. Ho sempre dato lustro e onore alla Citta’ Di Cervinara all’interno dell’Unione in quanto, io forse, quale componente dell’ Amm.Ne di Cervinara sono l’unico che crede nell’Unione dei Comuni della Valle Caudina. Ho lavorato con grande impegno assieme a tutti i sindaci e delegati dell’ Unione dei Comuni raggiungendo risultati che, agli occhi degli scettici o dei distratti, possono apparire di poca importanza, ma vi assicuro che si tratta di risultati talmente importanti che possono cambiare il futuro della Valle Caudina. Certamente per raggiungere tali risultati bisogna crederci, abbattere gli steccati dei campanili e abbandonare eventuali voglie di governance. Al Neo Presidente dell’Unione dei Comuni, il Sindaco Filuccio Tangredi, faccio i migliori auguri di buona gestione dell’anno di Presidenza e di raggiungere risultati positivi nell’interesse della Valle Caudina. Ricordo al Presidente Tangredi che bisogna, urgentemente istituire la CUC (Centrale Unica di Committenza) della Valle Caudina e che tutta la documentazione, oggetto dell’ approvazione nei vari c/comunali, è già stata trasmessa a tutti i Sindaci dell’Unione. Devo dire grazie di Cuore a tutti i Sindaci e Delegati dell’Unione dei Comuni della Valle Caudina. E’ stato un piacere e un’onore lavorare al Vs. fianco. In questi anni ho imparato a conoscerVi e ad apprezzare le Vs. qualita’ : tutte di persone perbene, e mi scuso con Voi se a volte mi avete sopportato e tollerato quando discutevo, forse in modo troppo animato, su argomenti di interessi generali, ma voi tutti sapevate che io come voi credevo in quello che facevo. Voglio rimngraziarVi per l’amicizia e la stima reciproca, che durera oltre la parentesi politica: Franceso Damiano Sindaco di Montesarchio, Michele Napolitano Sindaco di Airola, Pasquale Ricci Sindaco di San Martino Valle Caudina, Antonio Russo Sindaco di Rotondi , Ciro Servodio Sindaco di Arpaia, Saverio Russo Sindaco di Roccabascerana , Giacomo Buonanno Sindaco di Moiano, Fabio D’Alessio Sindaco di Pannarano, Salvatore Paradiso Sindaco di Bonea. Raccomando a tutti Voi di continuare nel cammino che abbiamo iniziato insieme dando quelle risposte di rinnovamento, progresso e sviluppo che la Valle Caudina merita e che si aspetta da Voi. E nel darVi la mia piena disponibilita’ Vi Saluto con la stima di sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*