Cervinara. Maria Virginia Cantone si avvale della facoltà di non rispondere al Gup.

Si è avvalsa della facoltà di non rispondere, l’avvocato Maria Virginia Cantone. La 53enne cervinarese, questa mattina, è comparsa davanti alla dottoressa Corvino,giudice per le udienze preliminari del tribunale di Foggia. La dottoressa Corvino deve decidere per la convalida o meno dell’arresto. Maria Virginia Cantone è stata tratta in arresto in flagranza di reato dai carabinieri del comando provinciale di Foggia, mercoledì 14 marzo. E’ accusata di truffa aggravata e continuata. Insieme a lei due persone, un 58enne, sempre di Cervinara, ed una 71enne di Cautano, sono state deferite in stato di libertà. Maria Virginia Cantone è assistita dagli avvocati Nico Colangelo e Dimitri Monetti. Lei si è avvalsa della facoltà di non rispondere, ma i due avvocati hanno ravvisato diverse anomalie procedurali per quanto riguarda l’arresto e le hanno fatto presente al gip. A sua volta, la dottoressa Corvino si è riservata di decidere circa la convalida dell’arresto. Secondo l’accusa, l’avvocato cervinarese avrebbe raggirato una coppia del capoluogo della Capitanata, facendo credere loro di essere la sorella di Raffaele Cantone, il presidente dell’autorità dell’anticorruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.