Cervinara. Mauro Grasso: stavo realizzando un servizio di pubblica utilità, ma la politica (con la p minuscola) come sempre distrugge tutto!

Sono il dott. Mauro Grasso, amministratore del Centro Medico Padre Pio, struttura sanitaria odontoiatrica, convenzionata con’Asl di Avellino per la Protesi sociale, e ritengo necessario fare alcune precisazioni in merito alla polemica politica portata avanti da due consiglieri di minoranza del Gruppo Bene Comune sorta a seguito del rilascio di regolare autorizzazione da parte del Sindaco di Cervinara, su mia richiesta, regolarmente protocollata nel lontano 2013, stante la necessità di avere un’area adibita a parcheggio nella zona di Via Casino Bizzarro al servizio della mia attività ed anche delle altre attività insistenti nella zona. Preciso che a causa del traffico intenso e del parcheggio selvaggio, per la mancanza di aree destinate al parcheggio, le persone anche anziane e con problemi di deambulazione, erano impossibilitate alla sosta per raggiungere il centro. Preciso che in detto centro arrivano utenti da tutta la Campania e hanno problemi a parcheggiare l’auto. A seguito di mia richiesta, il sindaco di Cervinara aveva autorizzato a realizzare un parcheggio in un’area abbandonata e diventata ricettacolo di rifiuti, adiacente al Parco degli Ulivi in Via Casino Bizzarro. A mie spese ho provveduto a bonificare la zona, al fine di creare un servizio utile non solo alla mia attività ma a tutti, sostituendomi in questo caso ad un lavoro che avrebbe dovuto invece effettuare la pubblica amministrazione. Dopo aver realizzato gran parte della bonifica e degli interventi, concordati con l’amministrazione comunale, mi sono visto arrivare i Vigili urbani che hanno bloccato i lavori, in quanto ci sarebbero problematiche varie. Tengo a precisare che non ho fatto nulla di diverso da quanto autorizzato dall’amministrazione e quindi per la salvaguardia del mio buon nome, i cittadini devono sapere che non mi stavo approfittando di proprietà comunale, ma stavo realizzando un servizio di pubblica utilità. Ora mi chiedo se per una polemica politica, ne possa venire danneggiata l’immagine di un professionista che da lavoro a dodici ragazzi di Cervinara e far persistere una situazione di difficoltà per quanti raggiungono il Centro Padre Pio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*