Cervinara. Non si puo’ bloccare tutto in attesa del Consiglio di Stato. Ci sono urgenti problemi da risolvere.

Cervinara, sta attraversando una stagione molto difficile, anche perchè si stanno mettendo in secondo piano i tanti piccoli progetti che l’amministrazione Tangredi stava portando avanti e ci si sta concentrando su disquisizioni di giustizia amministrativa e penale. Ognuno espone i propri convincimenti, ognuno ha ragione, ma bisognerebbe che tutti cominciassero a pensare di attendere con serenità il pronunciamento del 30 agosto del Consiglio di Stato. Poi ci sarà il 30 settembre la decisione del Gup del Tribunale di Avellino in merito alla inchiesta penale sul ritrovamento delle schede elettorali. Da piu’ di un anno ne sentiamo di cotte e di crude e tra tante incertezze questa amministrazione non riesce a lavorare. E ci sono problemi urgenti da risolvere a cominciare dal dotare finalmente Cervinara di un Piano Urbanistico in modo che si possano andare a sanare tutte quelle situazioni che si trascinano da anni e che vedono decine di cittadini vivere nella incertezza. Non è facile la situazione in cui si è venuto a trovare il sindaco Filuccio Tangredi e la sua maggioranza, e si comprende pure qualche sfogo del primo cittadino, che vede passare i giorni senza poter dare risposte alla gente e con la eventualità che il paese possa essere commissariato fino alla primavera del 2017. Nessuno al momento puo’ conoscere la decisione che assumerà il Consiglio di Stato quindi essendo il sindaco nel pieno dei poteri, lavori per Cervinara e per i cittadini di Cervinara cercando di non sprecare nemmeno un giorno. Poi alla fine saranno sempre i cittadini a giudicare da che parte stare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*