Cervinara – Paolisi 4-0

CERVINARA: D’Inverno (1’st De Luca), Furno, Cavallini (8’st Ciampi), Clemente (1’st Taddeo), Krivca, Fusco (25’st Rea), Parente, Russolillo (18’st Vetrone), Colarusso (1’st Varricchio), Zerillo (23’st Castiello), Befi. A disp. Casale. All. Iuliano
PAOLISI: Di Maggio, Pisano, Donniacono (21’st Morzillo), Colucci Ang., Albertini (25’pt Florese), Rega, Colucci. Ant, Saveriano, Simone, Loffredo (15’st Ruggiero), Chiarotti. A disp. Rainone, Tancredi, Papa M., Papa A., Lauriello, Marrone. All. Sgambati

RETI:40’pt Colarusso, 9’st Zerillo, 16’ Russolillo, 28’st Vetrone.

CERVINARA. Buon Cervinara, Paolisi da rivedere, è questo il giudizio scaturito al termine dell’amichevole tra le due formazioni caudine. Una differenza dovuta anche al fatto che mentre il Cervinara ha cambiato poco, il Paolisi è praticamente nuovo. Un derby caudino quello tra Cervinara e Paolisi che serve solo a fare minutaggio e a provare schemi in vista dell’inizio della stagione ufficiale. Per il Cervinara mister Pasqualino Iuliano insiste a provare il 4-2-3-1, pur dovendo fare ancora a meno di Calandrelli, che solo in settimana riprenderà gli allenamenti dopo lo stop precauzionale per malanno muscolare. Per il resto stessi uomini dell’ultima amichevole con la sola novità di Parente che ha rilevato Savoia. Molta curiosità per vedere all’opera il Paolisi di Francesco Sgambati dopo la quasi totale rifondazione dell’organico della squadra giallorossa. Assente il capitano Nicolino Crisci per qualche giorno di riposo, anche il bomber Ruggiero non è nell’undici inziale, ma parte dalla panchina. In difesa si rivede Donniacono terzino, a centrocampo i fratelli Colucci, Angelo e Antonio, insieme a Chiarotti. Di punta Loffredo e Simone. Alla prova del nove anche la copia centrale tutta nuova formata da Albertini e Rega. Il primo tempo è al piccolo trotto, le squadre non forzano cercano soprattutto l’intesa e di provare quanto fatto in allenamento. A turno le due squadre cercano anche di rendersi pericolose ma tutto si esaurisce al limite delle rispettive aree di rigore. E proprio in perfetta aderenza con l’inerzia della gara, a sbloccarla è un calcio di punizione. Il gol del vantaggio Cervinara arriva al 40’, punizione dal limite per fallo su Russolillo, alla battuta va Colarusso che fa secco Di Maggio. Nel corso della prima frazione di gioco il Paolisi ha dovuto sostituire Albertini, al 25’, al suo posto Florese. Nella prima parte della ripresa il Cervinara mette al sicuro il risultato, al 9’ Zerillo va in rete sfruttando un cross dalla destra nell’area piccolo di Varricchio, poi triplica Russolillo che servito in profondità da Furno batte Di Maggio con un pallonetto. Il gol del definitivo 4 a 0 lo realizza al 28’ il nuovo entrato Vetrone che riceve da Castiello e da fuori area infila in rete. Paolisi poco pericoloso in avanti, una punizione di Angelo Colucci l’episodio più importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*