Cervinara. Processione Maria SS Addolorata.

E’ la regina di Cervinara. Si mantengono salde la fede e la devozione per Maria Santissima Addolorata, che è conservata nell’Abbazia di San Gennaro a Ferrari di Cervinara che è anche santuario mariano diocesano. Come da tradizione consolidata, la statua che risale al 1600 e fa parte del ciclo delle Desolate Spagnole, viene portata in processione la prima domenica di settembre. Si tratta di una processione principale, che interessa l’intero paese.  Ma in precedenza e  precisamente il venerdì che precede la domenica delle Palme, si svolge una processione, in ranghi ridotti, che si svolge solo all’interno di Ferrari, ma non per questa è meno seguita. Quella più importante, comunque, resta la manifestazione di Settembre. Vi partecipano tantissime persone e durante il percorso tante altre si accodano. Parte dall’Abbazia per arrivare all’altro capo del paese, ossia, presso la chiesa di Sant’Adiutore vescovo, alla frazione Salomoni. La processione, guidata dall’abate Alfonso Lapati è un forte momento di riflessione e di preghiera. Oramai, da tempo, sono spariti tutti gli aspetti folcotistici che pure la caratterizzavano. Al centro della manifestazione resta la figura di Maria, il dolore per la perdita del figlio e la sua pietà per tutte le genti. La statua è molto bella ed il restauro ha restituito, per intero, il suo antico splendore. Basta osservarla per provare subito una fortissima empatia e poi la fede fa il resto. Assistere alla processione da in senso di quanto forte sia l’affetto verso la Madonna. Non solo tra coloro che vi partecipano, ma anche tra tutti quelli che l’aspettano. Vedi le loro labbra che pronunciano preghiere ed i loro occhi commossi.  Riconoscono nell’Addolorata la loro consolatrice per le tante pene sofferte. E, sempre alla Madonna, chiedono di alleviare qualche sofferenza o di aiutarli nei loro momenti più buoi. E la regina di Cervinara sembra ascoltarli, sembra che si interessi, veramente, per ciò che avviene. Lo fa come una manna e per questo l’affetto per lei si consolida sempre di più e non avrai mai fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*