Cervinara. Proposta istituzione del Liceo Sportivo, un nuovo indirizzo di studi.

La proposta di una sezione ad indirizzo sportivo, quale opzione alla scelta dello scientifico ordinamentale, scaturisce dalla necessità di una più ampia articolazione dell’offerta formativa che sia ancora più rispondente ai bisogni del territorio. In un contesto difficile, come la Valle Caudina, che, negli ultimi tempi, anche per effetto di una migrazione interna, ha visto intensificarsi episodi di microcriminalità, la Scuola è chiamata ad intercettare le richieste di un’utenza sempre più eterogenea, che necessita di modelli educativi adeguati e di risposte mirate per scongiurare il rischio di fallimenti ed abbandoni. La pratica sportiva, come è noto, rappresenta da sempre un potente mezzo di aggregazione, che riesce ad incanalare nella giusta direzione le energie più disparate. Lo sport è disciplina, rigore, rispetto per l’altro, serietà, spirito di sacrificio, amore per la vita, valori fondamentali in una società che ha smarrito punti di riferimento stabili e che vede i giovani percorrere talvolta strade senza ritorno. In questa ottica l’istituzione di un liceo sportivo, promuovendo il valore della pratica sportiva nei processi formativi, favorirebbe una sintesi armonica tra cultura umanistica e cultura scientifica, guidando gli studenti all’acquisizione di quelle conoscenze e competenze indispensabili per muoversi trasversalmente nel mondo dello sport. La presenza sul territorio caudino di impianti sportivi di rilievo, frequentatissimi dagli adolescenti, che vi praticano discipline che vanno dal nuoto al basket, dal tennis alla scherma, l’attivismo di associazioni e società sportive, qualcuna di antica tradizione, che hanno lanciato atleti anche di risonanza internazionale, contribuiscono a radicare nelle giovani generazioni una sana cultura dello sport. Da qualche anno la scelta del liceo sportivo sta coinvolgendo un numero sempre più rilevante di adolescenti del territorio, costretti a convergere sulle città di Benevento o Avellino, centri piuttosto distanti dai paesi della Valle, con ulteriore aggravio di spese per le famiglie. La recente apertura di un palazzetto dello sport, proprio a pochi metri dalla sede della scuola secondaria di II grado, la piena disponibilità dell’Ente Comunale a che gli studenti possano usufruirne, la collaborazione offerta da altri impianti sportivi potrebbero essere fattori sicuramente non trascurabili ai fini dell’istituzione di questo nuovo percorso di studi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.