Cervinara-Rotondi: carenza medici di base, se ne riparla ad Aprile se tutto va bene

Ancora circa un mese di disagi e poi, finalmente, ci sarà una soluzione per la vicenda della carenza dei medici di base che attanaglia da qualche tempo i comuni di Cervinara e Rotondi. E’ stato molto fruttuoso l’incontro che si è tenuto questa mattina presso la prefettura di Avellino, proprio focalizzato su questo grave problema. Il summit era stato richiesto dal sindaco di Cervinara Filuccio Tangredi, in quanto, proprio nel suo comune si stanno registrando le più gravi criticità. Negli ultimi mesi, infatti, hanno raggiunto il traguardo della pensione diversi medici di Cervinara. Purtroppo, però, a Dicembre non era stata dichiarata la zona carente, quindi, non erano stati nominati nuovi medici. Con la conseguenza che gli assistiti di Cervinara, ma anche di Rotondi, si sono trovati senza medici in paese ed hanno dovuto nominare professionisti di San Martino e Roccabascerana. Un grave vulnus per quelle persone, sopratutto anziani e disabili che hanno un continuo bisogno di medicinali e per raggiungere questi due comuni, hanno bisogno di qualcuno che li accompagni. Convocati dal prefetto di Avellino Maria Tirone, questa mattina, presso l’ufficio di governo si sono incontrati la direttrice generale dell’Asl, Maria Morgante, accompagnata da alcuni funzionari, con il sindaco di Cervinara Filuccio Tangredi, accompagnato dalla consigliera delegata alla sanità Anna Marro ed i sindaci di Rotondi Antonio Russo e Roccabascerana Roberto Del Grosso. La manager ha accolto pienamente le richieste del primo cittadino di Cervinara ed ha accettato di ridisegnare gli ambiti. In buona sostanza, nell’ambito dove sono compresi Cervinara e Rotondi, c’era una sperequazione. Il numero dei medici, infatti, è anche superiore al numero di assistiti, ma sono concentrati lontano da questi due comuni. Con l’ambito nuovo, invece, si provvederà a ridurre questo gap. Così, la stessa dottoressa Morgante ha annunciato che appena gli ambiti saranno ridisegnati verranno spediti in regione. In questo modo sul Burc del mese di aprile per Cervinara ci dovrebbero essere due zone carenti, cioè, la nomina di due medici che sono in graduatoria. La richiesta della dottoressa Morgante sarà accompagnata anche da quella del prefetto che ha ben capito la profondità del problema. Ma, se a palazzo Santa Lucia dovessero perdere tempo, la direttrice generale dell’Asl, entro la metà del mese di Aprile provvederà alla nomina di due sostituti. Insomma, si tratta di attendere solo un altro mese e tutte le disfunzioni dovrebbero terminare. Sulla vicenda, il sindaco Tangredi ci ha assicurato che continuerà a vigilare perrcè tempi e modi vengano rispettati perchè i cittadini non possono essere privati del diritto alla salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.